Archivio mensile:maggio 2012

A Roma di apocalittico c’è solo l’aumento del prezzo dei biglietti Atac.

Il 6 giugno del 2012 scenderò dal “3” e guarderò il Colosseo.  Se sarà ancora in piedi vorrà dire che a Roma di Apocalittico c’è stato solo l’aumento del biglietto ATAC. Da 1 euro, a 1 euro e 50.

A fronte dell’aumento del 50% saranno molti i “non romani” (e per non romani intendo chi a Roma non ci vive e non ci lavora) che immaginano chissà quali corrispondenti aumenti in termini di efficienza, pulizia, comodità, gradevolezza del viaggio.

Ebbene, posso già profetizzare che anche il 6 giugno 2012 viaggerò  comodissima in piedi sul mio “caro”  mezzo pubblico sovraffollato, inalando i soliti gradevoli aromi provenienti da ascelle tenute ben umide dal condizionatore rigorosamente rotto mentre fuori si sfioreranno i 30 gradi già alle 08.00 di mattina. E così, fresca ed energizzata dalle splendide sensazioni di questo viaggio sarò prontissima ad affrontare una nuova ed entusiasmante giornata di lavoro pregustando l’ebrezza del viaggio di ritorno, ma chissà,  forse l’Apocalisse mi risparmierà quest’emozione.

 

Allineamento Sole Venere Terra, inizia il conto alla rovescia.

Mancano pochi giorni al 6 giugno 2012, data in cui l’atteso allineamento  Sole Venere Terra sarà visibile anche in Italia. Quando un nuovo giorno sta per nascere Venere prende il nome di Lucifero, ossia dell’angelo più bello del Paradiso che ribellatosi a Dio venne scaraventato negli Inferi. Ciò rende ancora più suggestivo il momento, visto che non sono poche le persone convinte che proprio il 6 giugno 2012  sarà la data dell’Apocalisse.

5 e 6 giugno 2012, allineamento Sole Venere Terra

Il passaggio di Venere tra il Sole e la Terra segna, infatti, la fine del Lungo Computo del calendario Maya, e ciò coinciderebbe secondo molti con la Fine del Mondo. Altri sono convinti, invece, che la data della Fine del Mondo sarà il 21 dicembre 2012, in occasione del solstizio d’inverno, ossia alla conclusione dell’anno solare.

Anche per la scienza  questo transito di Venere davanti al Sole è un evento imperdibile in quanto offre l’occasione di scoprire  se all’esterno del nostro Sistema Solare esistono pianeti con un’atmosfera  adatta ad ospitare la  vita.  Lo strumento che gli scienziati utilizzeranno per acquisire i dati necessari a questo genere di analisi è il supertelescopio Hubble.

A proposito…, sono le 16.13 del 31 maggio dell’anno 2012 e Hubble il pianeta Nibiru ancora non l’ha visto.

 

 

 

 

Terremoto, il Governo aumenta di 2 centesimi la benzina.

Non sorprende affatto il decreto con cui il CdM ha deciso di aumentare di 2 centesimi di euro i carburanti. La solidarietà degli italiani verso le popolazioni colpite è già andata ben oltre e non accennerà a diminuire. Quello che continua a sorprendere è l’elemantarità delle proposte dei nostri supertecnici: il Terremoto fa danni? C’è la tassa sulle disgrazie.

La parola d’ordine dovrebbe essere, invece,  “riforme strutturali” (in tutti i sensi!), e mai come in questo momento se ne sente il disperato bisogno.

LE “NUOVE” COSTRUZIONI IN ITALIA DOVRANNO ESSERE RIGOROSAMENTE ANTISISMICHE, E SI DEVE INTERVENIRE SUL  “COSTRUITO” AFFINCHE’ LO DIVENTI.

SE NON ORA, QUANDO!

 

Emilia, lo sciame sismico potrebbe durare anni.

Secondo i sismologi lo sciame durerà a lungo.

Basta andare qualche chilometro in profondità per scoprire che la placida Pianura Padana giace su un “fronte di guerra” nel quale si fronteggiano la zolla africana, che preme da sud, e l’Europa che  resiste a nord.

Gianluca Valensise, dirigente di ricerca dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), è chiaro: “La linea di faglia corre tra est e ovest in maniera irregolare, suddivisa in tanti pezzetti e pezzettini. Come in un domino, la rottura di un frammento può innescare una tensione nel frammento che si trova accanto. Sarà sufficiente questa tensione a scatenare un’altra scossa, e quando? Questo non lo sappiamo mai in anticipo. Quel che possiamo dire è che un fenomeno sismico su una faglia a volte innesca sulla faglia vicina un conto alla rovescia che può durare giorni, anni, magari millenni. Prima o poi però l’orologio arriva all’ora zero”.

Secondo Carlo Doglioni, sismologo dell’università La Sapienza di Roma:             “Ci sono varie ragioni per dire che quella zona della Pianura era e resta attiva. Oltre alle conoscenze del sottosuolo che abbiamo grazie ai profili sismici, dove è possibile riconoscere le principali faglie, con il Gps è possibile seguire lo spostamento del terreno sia a nord che a sud della linea di faglia. Da tempo ci eravamo accorti che tra Bologna e Padova gli spostamenti avvenivano in alcune zone a un ritmo più lento e in altre a un ritmo più rapido. Segno che delle tensioni si stavano accumulando. Questa discrepanza è stata registrata nelle zone che effettivamente sono state colpite dal sisma. E nelle Alpi venete qualcosa di simile è stato osservato lungo altre faglie”.

A questo punto c’è da chiedersi perchè nelle mappe sismiche questa zona era classificata come medio-bassa. E’ evidente che sia urgente e necessario un aggiornamento. E’ evidente che oltre alla ricostruzione, tutto il territorio padano (e nazionale) necessiti di una messa in sicurezza in generale seguendo un “piano di bonifica” di tutte le costruzioni esistenti. Un’operazione di prevenzione che  le massime istituzioni  del Paese non possono più permettersi il lusso di rimandare.

 

L’apocalisse del 2012 tutta interna al Vaticano.

Possibile che quel portone di bronzo rimasto per secoli invalicabile  sia diventato di colpo tanto poroso?

 

Le carte segrete:

httpv://www.youtube.com/watch?v=nDiyegLIsJs

 

La rete di inforatori:

httpv://www.youtube.com/watch?v=8ko1hjQ04UM

(Questo video ha un breve prologo di Benigni. Per saltarlo andare direttamente al minuto 1.57)

 

 

VATILEAKS, segui le vicende dell’intrigo:

30.05.2012 – Benedetto XVI, in un fuori programma durante l’Udienza Generale, ha così affrontato per la prima volta in pubblico lo scandalo della fuga di notizie dalle stanze segrete del Vaticano e l’arresto del suo maggiordomo: Le ultime vicende “circa la curia e i miei collaboratori hanno recato tristezza nel mio cuore, ma non si è mai offuscata la ferma certezza che nonostante la debolezza dell’uomo, le difficoltà e le prove, la Chiesa è guidata dallo Spirito Santo e il Signore mai le farà mancare il suo aiuto per sostenerla nel suo cammino. Si sono moltiplicate tuttavia  illazioni amplificate da alcuni mezzi di comunicazione, del tutto gratuite, che sono andate bene oltre i fatti offrendo una immagine della Chiesa che non risponde alla realtà”.

Ha poi proseguito rinnovando la sua “fiducia a tutti coloro che con fedeltà e nel silenzio mi aiutano…, dai miei più stretti collaboratori e tutti coloro che quotidianamente con fedeltà, spirito di sacrificio e nel silenzio mi aiutano nell’adempimento del mio ministero”. – (fonte  Repubblica.it)

 

01.06.2012 La guerra di “oltretevere”  tra il Corvo e il Cardinale.

02.06.2012 Rimozione di Ettore Gotti Tedeschi, la Commissione Cardinalizia non ratifica.

03.06.2012 -Scambio di documenti e patto segreto tra Monsignor Georg Gaenswein, segretario particolare del Papa, e  il Cardinale Tarcisio Bertone. Questo e altro nei tre documenti riservati che in possesso di  Repubblica. E il Corvo gioca e rilancia: “Centinaia di documenti in nostro possesso“.

04.06.2012 – Per la prima volta  tra le carte fuoriuscite dal Vaticano, appare un breve scritto del Pontefice

09.06.2012 Il memoriale di Gotti Tedeschi: “Tutto è cominciato quando ho chiesto di avere notizie sui conti che non erano intestati ai prelati”

13.06.2012 – Dopo i pm di napoli che il 6 giugno scorso lo hanno ascoltato in relazione all’inchiesta sugl appalti Finmeccanica, i pm romani sottopongono a 4 ore di interrogatorio Gotti Tedeschi, ex presidente della Banca Vaticana, in relazione al suo “memoriale”, dove spiega le sue attività allo IOR dal 2009 al 2012.

 

Lo sciame sismico del 29 maggio 2012 in Emilia, ora e magnitudo.

La sequenza delle scosse di terremoto che hanno sconvolto l’Emilia martedì 29 maggio 2012 riportata per ora e magnitudo.

ore  9.00…………5.8
ore  9.07…………4.0
ore  9.09…………4.1
ore 10.25………..4.5
ore 10.27………..4.7
ore 10.40………..4.2
ore 12.55………..5.3
ore 13.00……….4.9
ore 13.07……….4.0

Fonte:  INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia)

 

Terremoto in Emilia, 15 le vittime accertate. 8 sono “lavoratori”.

Lavoratori. In otto sono morti sotto le macerie dei “capannoni”. Tre risultano tuttora diversi.

L’Italia è una Repubblica fondata sul lavoro.

L’Italia è una Repubblica fondata su un suolo altamente sismico, e  nei decenni se ne è altamente fregata.

LE “NUOVE” COSTRUZIONI IN ITALIA DEVONO ESSERE RIGOROSAMENTE ANTISISMICHE, E BISOGNA INTERVENIRE SU QUELLE “VECCHIE” AFFINCHE’ LO DIVENTINO.

SE NON ORA, QUANDO!

Un’altra forte scossa in Emilia. La terra non smette di tremare.

Alle 17.30 del giorno 29 di questo terribile mese di maggio 2012 si contano 15 vittime, 7 dispersi, e oltre 200 feriti  in un Emilia che non smette di tremare. Crollano case, fabbriche e chiese. Il nord Italia messo in ginocchio da uno sciame sismico che da giorni non trova soluzione di continuità.

Diretta video.

Il Resto del Carlino .

Diretta di Repubblica.it.

Corriere della Sera.

La Stampa.

 

365 racconti sulla fine del mondo

Come finirà il mondo, nel 2012? Sarà vero quanto predetto dai Maya e dai peggiori presagi catastrofisti? E come reagiremo, tutti noi, alla fine imminente? Un po’ ridendo, un po’ scherzando, un po’ facendo maledettamente sul serio, 365 scrittori hanno provato a dare la loro interpretazione della fine del mondo, dipingendo ciascuno uno scenario mozzafiato, che dovrebbe farci riflettere tutti. Dopo il successo delle precedenti antologie della serie “365”, nasce una nuova sfida all’apparenza irrealizzabile: descrivere tutti i modi possibili di far finire il mondo in racconti da 2000 battute ciascuno. Niente spazio per le spiegazioni macchinose, per gli struggimenti inutili e per le emozioni diluite nella ricostruzione di scenari e contesti possibili. Qui i lettori troveranno 365 brevissime e micidiali idee su come potrebbe davvero finire tutto, 365 sferzate che non vi daranno respiro e che vi faranno tremare le gambe. Leggere per credere.

acquista il libro

Dolcenera, Un sogno di Libertà.

Nel video di Un sogno di libertà, brano tratto da L’evoluzione della Specie, ultimo album di Dolcenera, si immaginano tre sopravvissuti  che si muovono “liberi” in uno scenario post-apocalittico “giocando” con gli inutili splendidi rimasugli della civiltà che fù.

httpv://www.youtube.com/watch?v=igJPFNnTrTM&ob=av2n

 

4700 asteroidi pericolosi per la Terra.

La NASA, servendosi del satellite Wise (Wide-field Infrared Survey Explorer), ha portato a termine il primo “censimento spaziale” dal quale risulta che  sono 4700 gli asteroidi che potrebbero impattare in nostro pianeta con effetti più o meno apocalittici. Si tratta di asteroidi con diametro superiore ai 100 metri e quindi sicuramente resistenti alla disintegrazione dall’attrito con la nostra atmosfera.

Missione NEOWISE

Gli asteroidi censiti dalla NASA il cui impatto con la Terra avrebbe effetti apocalittici


 

 

 


Elettronica Virale, la nuova frontiera delle energie rinnovabili.

Di giorno in giorno si assestano colpi sempre più decisi agli apocalittici scenari di un mondo a secco di energia.

L’ultima frontiera delle energie rinnovabili sembra essere quella dell’ Elettronica Virale. Gli scienziati del dipartimento del Lawrence Berkeley National Laboratory, in California, negli Stati Uniti hanno pubblicato sulla rivista Nature Nanotechnology una scoperta che ha del sensazionale.  Hanno scoperto, infatti,  che un certo tipo di batteri ha la capacità di convertire l’energia meccanica in elettrica.

virus ingegnerizzati

"virus ingegnerizzati" caricheranno le batterie dei nostri smartphone

E’ già stato creato un piccolo dispositivo, sottile come la carta, rivestito da “virus ingegnerizzati”, assolutamente innocui per la salute dell’uomo, che hanno la caratteristica di sfruttare la piezoelettricità, ossia  di convertire le sollecitazioni meccaniche, quale può essere la pressione esercitata da un dito, in energia elettrica sufficiente ad alimentare un piccolo display.

Le ricerche hanno bisogno di essere approfondite, ma secondo Seung-Wuk Lee, professore del Berkeley lab, “Visti i risultati positivi, molto presto, con questi virus, costruiremo dispositivi molto piccoli capaci di utilizzare e trasformare l’energia prodotta da altre attività quotidiane, come la chiusura di una porta o il fatto di salire le scale, per ottenere energia elettrica”.

Il prof. Seung-Wuk Lee e il suo staff della Berkeley lab

Ecco come sarà la vera Apocalisse

Cari Apocalittici avete ragione. L’apocalisse, quella vera, ci sarà… tra quattro o cinque miliardi di anni. Miliardo più, miliardo meno.

Cliccate qui per sapere come sarà veramente la Fine del Mondo.

Immagine della Fine del Mondo (telescopio hubble)

 

 

 

 

 

Auguri a tutte le Madri della Terra!

Nell’età dell’oro la Femmina era considerata un essere divino, capace di “creare” la vita. Dea, Sacerdotessa e Madre. Gli esseri umani innalzavano altari e templi alla Dea Madre invocandone la benevolenza e la potenza creatrice. A quel tempo nessuno pensava alla fine dei tempi, poichè la Femmina era inesauribile generatrice di vita. La presa di coscienza del Maschio della sua parte attiva alla generazione di nuova vita ha segnato la fine dell’età dell’oro. Il Maschio, più forte, ha sopraffatto la Femmina dettando la sua legge e imponendola con micidiale forza distruttrice. Ormai da millenni ogni dio è padre e pronto a scatenare sui suoi figli, fragili, imperfetti e irrispettosi,  la punizione ultima e definitiva. In questo giorno il  pensiero dello Staff di Apocalittici è rivolto a tutte le Madri della nostra Terra, madre anch’essa, perchè è proprio dinanzi alla potenza del loro smisurato Amore che ogni  Apocalisse, alla fine, si arrende.

httpv://www.youtube.com/watch?v=vzXsF_jAjK0

 

 

Nel più antico calendario maya il mondo non finisce nel 2012.

 

Un duro colpo agli Apocalittici convinti sostenitori delle varie date che profetizzano apocalissi derivanti dalle infinite interpretazioni dell’ormai famigerato calendario maya arriva dalle ultima scoperta nel sito di Xultùnnella regione del Petén, in Guatemala,  dove è stato riportato alla luce  un nuovo calendario astronomico che precede di diversi secoli i codici che conosciamo.

Sito archeologico di Xultùn

L’interessante scoperta è stata descritta  su Science  e su National Geographic da William Saturno, archeologo della Boston University, e da altri suoi colleghi.

Nel sito è stata trovata una stanza nelle cui pareti sono ancora ben visibili centinaia e svariate pitture murarie. Secondo le ipotesi degli autorevoli scienziati potrebbe trattarsi dello studio di uno scriba che con regolarità  annotava calcoli che descriverebbero  i vari cicli calendariali codificati dai maya: il cerimoniale di 260 giorni; il solare da 365 giorni; quello del pianeta Venere di 584 giorni e quello di Marte, di 780 giorni.

In pratica  sulle mura della casa di Xultùn si ritrovano insieme tutti i cicli astronomici fondamentali per i Maya e, con buona pace delle profezie più alla moda, non c’è niente  che indichi  la fine del mondo nel 2012.

Il 2012 non è nient’altro che  la conclusione di un ciclo e i Maya si aspettavano che tutto continuasse come prima. Stando al prof. Saturno, infatti, il popolo Maya “cercava garanzie di continuità, al contrario di noi che cerchiamo sempre la fine di qualcosa“.

 

 

Venti di guerra in estremo oriente.

Manila e Pechino da tempo si disputano un pugno di isolotti di poco conto geografico, poco più di banchi di sabbia, che in realtà sono una base importante per raggiungere giacimenti di gas e petrolio. La regione subacquea è ritenuta la quarta al mondo per queste risorse naturali.

isola Huangyan (Scarborough)

 

Attraverso un editoriale del China Daily, ritenuto voce ufficiale del governo, si apprende che la Cina è pronta a scendere in guerra per far valere i suoi diritti sulla zona.

(da il Corriere.it, clicca qui per saperne di più)

Cerchi nel grano nella periferia milanese.

I cerchi nel grano ritornano nella periferia di Milano. Domenica mattina sono inspiegabilmente comparsi dei buchi in un campo di frumento a Cassano D’Adda, un paese a cavallo tra le province di Milano e Bergamo. Già nel maggio 2010 e nel giugno 2011 si erano verificati episodi simili nei Comuni di Masate e Basiano, che distano pochi chilometri da Cassano.Si trattava di 13 disegni circolari in successione, nitidi, del diametro di circa 5 metri.

httpv://www.youtube.com/watch?v=0q5-kbjUqNI&feature=related

Questa volta, invece, alcune sagome sembrano delle “virgole”, altre hanno una forma allungata con delle rientranze. Problematico pensare a un intervento umano con macchine da lavoro, perché sembra non esistere né un punto di ingresso né una via d’uscita. I confini sembrano nitidi, intonsi.

(dal Corriere.it, clicca qui per leggere l’articolo intero)