Archivi categoria: Innalzamento dei mari

Innalzamento dei mari

Strutture piramidali a ovest di Cuba, potrebbe essere Atlantide!

Due scienziati Paul Weinzweig e Pauline Zalitzki, avrebbero scoperto alcune piramidi sotto le acque a ovest di Cuba, nel Triangolo delle Bermude, e resti di antichi edifici circa un miglio al di sotto del livello del mare. Secondo i due scienziati si potrebbe trattare di Atlantide.

Inoltre Paulina ha rinvenuto sull’isola antiche iscrizioni e simboli che sarebbero identici a quelli trovati sugli edifici in fondo al mare.

I due scienziati hanno usato un sommergibile da esplorazione (ROV) per riuscire a rivelare le incredibili strutture piramidali costruite con pietre del peso di centinaia di tonnellate in modo simile a quello delle piramidi di Giza in Egitto.

ROV usato per le immersioni

Avrebbero trovato sfingi, pietre disposte come quelle di Stonehenge, e un linguaggio inciso nelle pietre.

Rilevazioni con strumenti

Rilevazioni con strumenti

Perché non è stato scoperto prima?

Secondo il giornalista Luis Mariano Fernandez il governo USA scoprì la città sommersa durante la crisi missilistica di Cuba negli anni sessanta. Sottomarini nucleari che si spostavano nel Golfo a elevate profondità avevano già incontrato le strutture piramidali. Immediatamente silenziarono il sito e presero il controllo del posto e degli oggetti, in modo che non cadessero nelle mani dei Russi.

Un informatore dell’esercito, che prestava servizio a Montego Bay ha riferito che loro stanno ancora lavorando sul sito recuperando oggetti e strumenti dagli anni sessanta.

Quest’area dei Caraibi, secondo un rapporto di arclein di Terraforming Terra, non doveva essere sotto il livello del mare prima dell’ultima glaciazione cioè circa 10.000 anni fa.

Intervista di Luis Mariano Fernandez a Pauline Zalitzki

 Video correlati:

httpv://www.youtube.com/watch?v=klRbcEnLPbU

httpv://www.youtube.com/watch?v=hk6SWtumdK0&feature=related

L’innalzamento dei mari minaccia New York

Un articolo di Science, pubblicato lo scorso maggio,  rivedeva al ribasso le stime di innalzamento dei mari entro fine secolo: nonostante lo scioglimento dei ghiacci polari il livello medio non sarebbe salito oltre gli 80 centimetri rispetto a quello attuale. Una buona notizia, non per New York. Le acque che bagnano l’isola di Manhattan, Brooklyn, Queens, il Bronx, nell’ultimo secolo si sono alzate di 3 centimetri ogni 10 anni  e  la loro velocità d’innalzamento continua ad aumentare. A questo ritmo entro il 2050 il loro livello si sarà innalzato di 60 cm e un normalissimo temporale basterà a provocare allagamenti in grado di paralizzare la città. Andranno peggio le cose nel 2080, quando il livello dell’oceano sarà salito di 120 centimetri e  oltre un terzo della metropoli sarà soggetta a inondazioni costanti.

Clicca  sull’immagine  per sapene di più

 

 

Riviste al ribasso le stime di innalzamento dei mari

Gli scenari apocalittici di un mondo sommerso dalle acque in un prossimo futuro in seguito allo scioglimento dei ghiacciai sonpo messi fortemente in discussione da uno studio pubblicato su Science secondo cui entro fine secolo l’innalzamento dei mari non supererà gli 80 centimetri.

(clicca qui per saperne di più)