Archivi autore: Staff di Apocalittici

Masse d’acqua negli oceani che si ritirano paurosamente

Tempo fa ci sono stati due eventi di questa natura in Florida e alle Bahamas che inizialmente sono stati classificate come effetto dell’uragano Irma ma  quando poi nel 2017 si è ritirata anche l’acqua in Irlanda facendo riemergere dopo la bellezza di 33 anni la spiaggia di Dooagh Bay la cosa ha cominciato a destare qualche sospetto in più.:

La spiaggia di Dooagh Bay riemersa dopo 33 anni

Eppure la spiaggia era totalmente sparita, la sabbia inesistente, le strutture commerciali che vi furono create sparirono con essa 33 anni fa.

La situazione è cambiata improvvisamente a Pasqua, quando in quella regione ci sono state fortissime ondate di vento provenienti dall’Atlantico, le quali hanno riportato la sabbia al suo posto. “Le folate di vento hanno spostato indietro i banchi di acqua di superficie, facendo sì che salisse su quella più in profondità. Con essa è risalita anche la sabbia” ha citato un esperto della zona.

Un evento del tutto equivalente  è avvenuto in Perù dove il mare si e’ misteriosamente ritirato di almeno 150 metri sulle coste di Huacho.
Nessuna allerta tsunami è stata diramata, il fenomeno ha lasciato senza di stucco sia gli abitanti del luogo che hanno documentato con foto e filmati l’anomalo accadimento sia gli studiosi che sono intervenuti subito dopo:

Il mare di Huacho​_ si ritira per 150 metri

E ancora in Brasile ed in Uruguay, stesso scenario, stessi timori: il mare si ritira per centinaia di metri nell’agosto del 2017 lasciando barche arenate, melma sconfinata e una tetra sensazione di qualcosa che non possiamo controllare e che dobbiamo forse temere.

Eppure le notizie più ricorrenti riguardano ghiacciai che scongelano e la minaccia dell’acqua che sommergerà chilometri di costa in tutto il mondo. Allora di quale intensità sono questi fenomeni gravitazionali? Fino a che punto possiamo prevedere, prepararci e difenderci da questi cataclismi?

Le masse d’acqua che si ritirano negli oceani influenzate dalla forza gravitazionale lunare oppure l’instabilità gravitazionale terrestre?

Occorre approfondire, forse ci nascondono qualcosa…

Eventi apocalittici sono in aumento su tutto il pianeta

Bene, siamo tornati…lo staff di apocalittici.it e’ tornato con il suo bagaglio di nozioni, conoscenze, ricordi, sensazioni, “preveggenze” e tanto altro ma soprattutto con, purtroppo, tante brutte notizie da dare. In particolare vogliamo soffermarci su quella che e’ una sensazione ormai generalizzata sui mutamenti climatici. Lungi da noi essere catastrofisti ma in sintonia con il tema principale del nostro sito ci chiediamo se non sia il caso di prepararci almeno mentalmente.

Ultimamente una serie di eventi in Sud America, Sudafrica, Brasile, Finlandia. L’acqua del mare si è ritirata in diversi luoghi del Sud America, un’enorme onda di energia che dal continente Antartico si spostava in questa regione nello stesso periodo. Dall’altra parte dell’oceano, la gente è stata testimone di enormi onde d’acqua nelle rive del Sud Africa mentre la Finlandia è stata colpita da un Uragano con categoria 1.

Energia antartide  verso sud america

Onde di energia anomale Antartide

Seguiranno una serie di articoli di approfondimento ma la sensazione di un problema generalizzato credo l’abbiate anche  voi che ci state leggendo.

Intanto che i prepper si preparino e gli scettici dormano sogni tranquilli.

A preso apocalittici

Sicuri sia tutto a posto?

Questo articolo nasce dal pensiero ricorrente che qualcosa nel mondo sta cambiando…in negativo naturalmente. Vi siete chiesti il perché di questa economia che fallisce a livello mondiale?

Soprattutto avete notato che eventi catastrofici dovuti alla natura sono sempre più frequenti?

La Grecia, le meteoriti che bucano la nostra atmosfera, l’ISIS, gente che ammazza senza ragioni plausibili (se mai ce ne possa essere una) ed il sempre più dilagante razzismo nato da correnti socio-politiche di gente stufa ed esploso senza che nulla sia effettivamente cambiato. Il nostro staff non vuole prendere una posizione di allarme, non progetterà come in passato metodi di sopravvivenza all’apocalisse…perché l’apocalisse è già arrivata

21 dicembre 2012, tranquillizzare non speculare sulla paura

buongiorno a tutti..sapete cosa vi dico?
che vi ringrazio per quello che scrivete in quanto tranquillizzate le persone su questa fobia crescente del 21/12…io ho 2 ragazzi di 8 e 14 anni che sono terrorizzati da questi messaggi negativi, non riescono neppure a godersi l’arrivo del Natale tanto sentono intorno a loro negatività!!! la tv si sta sbizzarendo e non parliamo del web! l’ultima su facebook e la notizia dei 3 giorni di buio che avvolgeranno il mondo…ma si insomma ora basta! perchè non fanno una bella trasmissione che dica: ragazzi tutti tranquilli, non succede nulla. Grazie e buon natale a tutti

L’e-mail che la sig.ra Maria Pia ha indirizzato ad Apocalittici.it  è il monito più autorevole ed elegante che si possa fare a chi, ormai da anni, sta letteralmente “speculando” e “lucrando” irresponsabilmente sulla paura. 21 dicembre 2012 non è la data dell’Apocalisse, ma un marchio a disposizione di chiunque, facendo leva su una sensazionalità spiccia da bancarella, voglia battere un minimo di cassa, dal produttore di colossal cinematografici al semplice autore dell’ultimo blog dedicato all’Apocalisse dei Maya ed affini.

Una bella trasmissione per dire “ragazzi tutti tranquilli, non succede nulla” è andata in onda su Rai Uno il 24 giugno 2010. Si tratta di Superquark, la nota trasmissione condotta dal grande Piero Angela:

httpv://www.youtube.com/watch?v=oOJijmDgcOc

 

bisognerebbe riproporla.

Un saluto particolare va ai  figli della sig.ra Maria Pia cui, il nostro Escansibus, indirizza il seguente pensiero:

 

Ciao ragazzi,

se non mi conoscente io sono Escansibus. Sono una specie di Henry Potter, solo un po’ più vecchio e bruttarello. Vi voglio dire una cosa importante: l’unico pericolo che correte il 21 dicembre 2012 è… la carie!

E sì, proprio così, avete capito benissimo. Più si avvicina il Natale e più le scorpacciate di dolci aumentano. Torrone (io sono ghiotto di quello bianco ricoperto al cioccolato) panettone, pandoro, e tutte quelle leccornie che ci preparano le nostre mamme, ci fanno venire l’acquolina in bocca solo a pensarci e più se ne granocchiano più viene voglia di sgranocchiarne. Ma poi, diciamo la verità, chi è che ha voglia di lavarsi i denti? Io certamente no, infatti a differenza di Henry Potter sono anche un po’ sdentato. Voi invece?

Sicuramente siete più bravi e intelligenti di me e, oltre a non credere alla Fine del Mondo, al 21dicembre 2012, e a tutte le altre CAVOLATE, vi lavate i denti tre volte al giorno con spazzolino, dentifricio, filo interdentale e colluttorio.

Lasciate che la vostra fantasia renda unico e magico il Natale che sta arrivando e che la vostra intelligenza non permetta mai agli sciocchi di farvi smettere di sorridere.

Auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo,

Escansibus e tutto lo Staff di Apocalittici.

 

 

 

Piccolo Spazio Pubblicità: acqua pubblica, e bevi da protagonista.

ACQUA PUBBLCA, E BEVI DA PROTAGONISTA

Sull’acqua il massimo della trasparenza, questo è il nome della campagna informativa ideata da Coop e Federutility, la  federazione delle imprese energetiche e idriche, per rilanciare “l’acqua di casa“.

In 500 punti vendita Coop saranno esposte le tabelle contenenti i 9 parametri sulla qualità dell’acqua pubblica, quella che esce dai rubinetti delle nostre case,  e saranno distribuiti un milione di opuscoli descrittivi per leggere meglio le “etichette”.

 

 

Immaginando Fantozzi prepper.

Fortemente preoccupato per l’Apocalisse del 21 dicembre 2012, Fantozzi decise di diventare un prepper.

Abbigliamento di Fantozzi per l’Apocalisse:

– scarponi finto goretex con punta rinforzata da colata di cemento;
– cintura accessoriata rubata a cinecittà durante una comparsata a “Ursus contro Maciste”;
– salvagente a ciambella arrecante la scritta, vagamente evocativa, TITANIC;
– coltellino svizzero multiuso completo di cornetto rosso e ferro di cavallo;
– botticella da san bernardo contenete cordiale d’annata (1938)
– …e, per finire, pantalone ascellare multitasche a cromatura camaleontica che indossato dal ragioniere assumeva tragicamente il colore…MARRONE.

Non abbiamo mai ringraziato Squalo Speed, alias Sciamano Apocalitticus, per la disinteressata generosità con cui (su facebook) ci sta dando una mano e, con chicche questa storiella, spesso anche un sorriso.

Mille volte grazie dallo Staff di Apocalittici.

www.facebook.com/apocalittici

 

Vince Obama.

E’ stata la notte di Barack Obama che stravince facendo suo il secondo mandato di quattro anni. Il Wall Street Journal titola secco “Obama sconfigge Romney”. Determinanti  Florida e Ohio.

Gli stretti margini della differenza di voti in Ohio sono stati analizzati dagli strateghi repubblicani per capire se esistessero gli estremi per una richiesta di nuovo conteggio o per ricorsi in tribunale.La questione è stata, però, chiusa dalla telefonata di rito di Romney che ha dichiarato: “Prego per il suo successo alla guida del Paese“. Un indice di spiccata maturità democratica e un esempio di correttezza istituzionale nei cui confronti certa politica dovrebbe togliersi il cappello.

Lo Staff di Apocalittici aggiunge la sua voce, ancora insignificante, al coro delle congratulazioni al presidente Obama augurandogli un semplice e significativo

Buon Lavoro

 

Election Day USA 2012

Apocalittici.it segue con grande attenzione le elezioni più importanti del mondo. Barack Obama sarà ancora inquilino alla Casa Bianca o  dovrà cedere il posto al repubblicano Mitt Romney?

Il presidente in carica Barack Obama in Iowa, nell’ultimo appuntamento elettorale della campagna, ha risposto “dobbiamo finire il lavoro” a Mitt Romney che da Manchester, in New Hampshire, ha chiuso la sua campagna elettorale mandandogli a dire “da domani è un nuovo inizio“.

seguono gli orari di chiusura dei seggi dei vari Stati e i possibili effetti dei risultati sul risultato finale…


  • ore 19.00, chiudono i seggi in Virginia. Lo stato, che conta 13 Grandi Elettori, potrebbe fare da prima cartina al tornasole stabilendo se ci troveremo di fronte ad un risultato chiaro o se tra i due candidati sarà battaglia all’ultimo voto.
  • ore 19,30 chiudono i seggi dell’Ohio. Questo stato conta 18 Grandi Elettori ed è  cruciale per entrambi i candidati . Vincere qui equivale a mettere una seria ipoteca sulla poltrona in Casa Bianca. In pratica se Obama vincesse in Ohio potrebbe permettersi sonore sconfitte in Colorado, in Virginia e in Florida, senza compromettere la vittoria.
  • ore 20.00 chiudono i seggi in Florida, che conta 29 Grandi Elettori, New Hampshire e Pennsylvania.
  • ore 21 si chiudono i seggi in Colorado e Wisconsin, che valgono complessivamente 19 Grandi Elettori. Secondo gli esperti del New York Times se un candidato si aggiudicasse entrambi gli Stati spalancherebbe la sua porta della Casa Bianca.
  • alle ore 21.00 chiudono i seggi In Iowa.

 

Approfondimenti:

Come funzionano le elezioni negli Stati Uniti d’America: il sistema elettorale

I Grandi Elettori

 

Articoli correlati:

 

 

DIRETTA SULL’ELECTION DAY

Repubblica

SkyTg24

New York Times

Allarme tsunami alle Hawaii dopo lo spaventoso terremoto in Canada

E’ stato violentissimo il terremoto che ha colpito la costa occidentale del Canada.  taun comunicato Il Ptwc, Centro allerta tsunami del Pacifico, avverte che dalla scossa di magnitudo 7.7  “è  stato generato uno tsunami potenzialmente distruttivo per le coste di tutte le isole dello Stato delle Hawaii. Sono necessarie azioni urgenti per mettere in sicurezza le persone e le proprietà“.

L’arrivo della prima onda anomala alle Hawaii è previsto per le 22:28 ora locale, le 9:28 in Italia.

L’allerta tsunami alle Hawaii è stata revocata alle ore 01.00,le 13.00 in Italia


Nibiru, tutta la verità

Su Nibiru è stato detto e scritto di tutto. La modesta palla di neve lanciata da Zecharia Sitchin, grazie agli echi della rete e all’effetto 2012 scatenato dalla profezia Maya, è diventata una valanga che rotolando a valle incamera di tutto: allineamenti di pianeti nefasti, la cometa Elenin, i cerchi nel grano, gli alieni…

Lo Staff di Apocalittici vi propone un’antologia degli articoli più interessanti scritti sull’argomento nel nostro Blog…

 

 

Femminicidio

L’ultimo episodio di cronaca nera che ha visto ancora una volta una donna uccisa da un uomo, o sarebbe meglio dire una femmina uccisa da un maschio, è quello che ha visto soccombere una giovane diciassettenne palermitana sotto le coltellate destinate alla sorella. Carmela ha difeso con il suo corpo sua sorella, rimasta gravemente ferita che era entrata nelle mire omicide del suo ex fidanzato

E’ una triste storia che tutti conosciamo. E’ la storia del coraggioso atto di amore  di Carmela.  E’ la storia dell’ insulza codardia di un esemplare maschio di animale umano meschino e non evoluto. E’ la storia di un femminicidio. Un’altro. L’ennesimo.

La violenza, sempre più “domestica“, che sfocia in femminicidio e in infanticidio è da considerarsi principalmente un atto di viltà in quanto  originata anche, se non soprattutto, dalla semplice differenza di forza fisica che la rende “facile” (in genere è l’uomo che “picchia” la donna, e sono gli adulti che “picchiano” i bambini).

 

Lo Staff di Apocalittici esprime sdegno e proclama la sua ferma e condanna per questo tipo di violenza.

FEMMINICIDIO: LO SPECIALE DI REPUBBLICA.IT

 

 

 

 

21 dicembre 2012, Maya, Apocalisse e Fine del Mondo: tutte le profezie di Escansibus

Gli apocalittici eventi previsti per il 21 dicembre 2012 sono alle porte, il conto alla rovescia verso la data più apocalittica di tutti i tempi è agli sgoccioli. Più la sabbia nella parte superiore della clessidra diminuisce, più aumentano le ansie e le paure. Cosa accadrà veramente il 21 dicembre 2012? Sarà davvero la Fine del Mondo? Si abbatterà sul genere umano l’apocalisse con terribili catastrofi, o non succederà assolutamente nulla? Queste sono solo alcune delle domande che affiorano sempre più spesso anche nei pensieri dei più scettici. Noi abbiamo l’onore di avere ad Apocalittici.it chi ha saputo, sa e saprà rispondere a tutte le vostre domande sul 21 dicembre 2012: Escansibus, il più grande numerologo del mondo, profeta ecosostenibile e santone a impatto zero.  Troverete tutte le risposte che cercate e tutte le certezze che bramate in questa antologia che racchiude tutte le sue più importanti profezie…

 

 

APOCALYPSE NEWS

clicca sull’immagine per seguire gli apocalittici eventi della Science-Fiction

 

Obama Vs Romney – secondo round.

Non c’è bisogno di entrare nel merito dei contenuti di quello che sarà il secondo round della sfida tra Barack Obama e Mitt Romney per la Casa Bianca. Quello che interessa è prendere coscienza che l’esito delle elezioni del 6 novembre 2012 stenderà ampia ala sulle sorti del mondo. Gli indirizzi politici del Presidente degli Stati Uniti d’America,  in termini di politica interna ed estera, determinano gli scenari economici e politici internazionali. Allo stato dei fatti gli USA interpretano ancora, dopo la caduta dell’URSS di venti anni fa, il ruolo di unica superpotenza globale (continua la lettura per accedere alla diretta streaming del dibattito).

Nonostante l’impetuosa crescita dell’ultimo decennio e il riconoscimento mondiale del suo ruolo di attore importantissimo nelle dinamiche mondiali, la Cina è ancora ben distante dal poter competere con gli Stati Uniti. L’Unione Europea, che pure nell’insieme avrebbe i mezzi per riuscire a proporsi quale polo di potere concorrente sulla scacchiera internazionale, vede questa possibilità azzerata dalla mancanza concreta di istituzioni in grado di dare un reale indirizzo politico unico alla comunità.

Senza nascondere le evidenti contraddizioni del modello occidentale in termini di distribuzione e allocazione delle risorse mondiali, spesso a scapito delle aree meno sviluppate del pianeta, è nel miglioramento di questo modello, nella limatura dei suoi difetti, che vanno cercati i mezzi per far fronte alle future sfide globali. Sovrappopolazione, impoverimento delle risorse, impatto ambientale delle attività umane, sono solo le più importanti. A dimostrazione di ciò vale molto l’esempio europeo. L’assegnazione del criticato premio Nobel per la Pace all’Unione Europea  ha avuto il pregio di sottolineare quella che potrebbe sembrare un’ovvietà, ossia che il perdurare della pace tra le nazioni europee, in particolare tra Francia e Germania, ha evitato al mondo il rischio di un’altra guerra di dimensioni globali.

Di questo modello, fortemente capace di autocritica e di rinnovamento, gli Stati Uniti d’America sono gli attori principali. Per questo motivo Apocalittici.it ancora una volta punter i suoi riflettori su coloro che ambiscono a guidarli per i prossimi quattro anni.

CLICCA SULL’IMMAGINE PER SEGUIRE IL CONFRONTO IN DIRETTA STREAMING

 

 

Articoli correlati

 

“Fidel Castro è morto”, rimbalza la voce su internet.

Fidel Castro è morto“. La voce è partita dal noto giornalista cubano Alberto Muller che l’ha diffusa tramite il suo blog e su Twitter. Anche il quotidiano venezuelano “El Nacional” parla di “morte cerebrale” per il Líder Máximo. Fidel Castro, indifferentemente da che parte lo si guardi, rappresenta una figura fondamentale  della storia e degli equilibri geopolitici degli ultimi 50 anni. La crisi dei missili  nell’ottobre del 1962 portò il mondo ad affaciarsi concretamente alla soglia dell’Apocalisse. E, all’epoca non erano solo chiacchiere.

 

LE CONDIZIONI-Tutti chiedono, nessuno ha la certezza. La comunità cubana in esilio a Miami non si sorprende. «Ogni giorno si parla di questa ipotesi». Ma Muller che vive a Miami sembra convinto: «Da mesi la sindrome da demenza senile di Castro si è aggravata fino al punto che il leader rivoluzionario cubano non riesce neanche a sedersi a cenare con i suoi figli». E ancora: «Non riesce più a camminare».

A CUBA– Le notizie circolano all’estero. Ma a Cuba? Risponde la blogger Yoani Sanchez: «Non ho nessuna certezza, circolano solo voci…». Voci che lo vorrebbero, appunto, morto. È da mesi che Castro non parla in pubblico e, soprattutto «non si è congratulato con Hugo Chavez per il trionfo alle elezioni e che la sua presenza è sparita dalla stampa cubana». E una grave malattia intestinale lo ha costretto, nel luglio 2006, a delegare i poteri al fratello Raul, che formalmente ha assunto la presidenza di Cuba nel 2008.

fonte Corriere.it.

INCAZZATURA APOCALITTICA

Dopo aver dato ampia visibilità sul nostro blog agli sms solidali per i terremotati in Emilia, fiduciosi nella serietà dell’iniziativa, apprendiamo che nemmeno un euro è stato (ancora!) reso disponibile per far fronte ad un emergenza che (ancora!) resta drammatica. Sono 15 i milioni di Euro fermi. Una burocrazia miope tiene imbrigliata la solidarietà tempestiva degli Italiani. 

Lo Staff di Apocalittici esprime tutta la sua più sincera INCAZZATURA.

 

Dal Corriere.it…

Gli sms «solidali» erano stati inviati prontamente ma, in Emilia, il denaro non è ancora arrivato. Si tratta di oltre quindici milioni di euro donati da migliaia di italiani a favore delle popolazioni terremotate attraverso i telefoni cellulari e la rete fissa: due euro per ciascun messaggino al numero 45500, dal 29 maggio al 10 luglio scorsi. Com’è possibile che a oltre tre mesi dalla seconda violenta scossa non si sia ancora visto un euro, considerata l’urgenza della ricostruzione? Cioè, perché questa grande distanza fra lo slancio e la tempestività di chi versa pensando ai bisogni di una terra in ginocchio e la lentezza di chi quell’aiuto deve trasformarlo in moneta disponibile?

La risposta è una sola: burocrazia. «Purtroppo l’iter non si può comprimere più di tanto, se si vuole assicurare trasparenza», allarga le braccia Franco Gabrielli, capo della Protezione civile e, soprattutto, diretto interessato a una rapida soluzione della strana vicenda. Gabrielli ci ha infatti messo la faccia sulla campagna di raccolta fondi straordinaria, essendo la stessa il frutto di un accordo fra l’Emilia Romagna e la Protezione civile nazionale e avendola lanciata in termini chiari: «Il ricavato verrà versato sul nostro fondo», garantiva.

Dove sono finiti, dunque, quei quindici milioni? «Innanzitutto una precisazione sulla cifra – spiega un suoi tecnico – I 15 milioni non sono versamenti ma promesse di versamento. La differenza è sottile ma decisiva. Nel senso che i vari gestori (Tim, Vodafone, Wind eccetera) prima di versare alla Tesoreria dello Stato l’importo corrispondente agli sms, devono effettivamente incassare la cifra. Io posso anche inviare un messaggio ma se poi per qualche ragione non lo pago, il gestore non versa». I tempi si allungano, quindi, perché la riscossione è lenta. Al di là delle schede prepagate ci sono infatti contratti e bollette legati al buon fine dell’operazione. Cosicché al momento nelle casse di Bankitalia risultano depositati per l’Emilia poco più di 7 milioni di euro, nemmeno la metà di quelli ipotizzati. Che poi è il risultato della piccola odissea di quel semplice sms: gestore, centro fatturazione, smistamento, Banca d’Italia, dipartimento della Protezione civile e contabilità speciale del Commissario straordinario che nel caso dell’ultimo sisma sono i tre governatori interessati: Vasco Errani per l’Emilia, Roberto Formigoni per la Lombardia e Luca Zaia per il Veneto. Da qui verrà versato ai Comuni che hanno presentato i progetti prescelti. Insomma, un lungo cammino. «Ritengo però che questa procedura – cerca di rassicurare Gabrielli – anche temporalmente differita, garantisca scelte ponderate e ragionate sulle reali esigenze del territorio».

Ma cosa ne pensano i Commissari delegati che operano fra le macerie e non vedono i denari promessi, dopo aver deciso il piano di riparto (Emilia 95%, Lombardia 4,5% e Veneto 0,5%)? In Emilia Errani ha «delegato» la spiegazione ad Angelo Rughetti, direttore nazionale dell’Anci e responsabile dell’Ufficio di coordinamento istituzionale nell’ambito della struttura del Commissario: «A dire il vero Gabrielli è sempre stato molto esplicito: i tempi saranno medio lunghi perché c’è una cornice di buona riuscita che va garantita. Certo, si potrebbe studiare per il futuro una semplificazione in modo che i versamenti finiscano in un canale parallelo e diretto ma credo che si stiano facendo le cose per bene. Noi abbiamo già mandato alla Protezione civile un elenco di comuni con le varie esigenze. Tutti gli interventi finiranno in una database che si chiama Trasparenza donazioni, in modo che ci sia una tracciabilità totale dei versamenti e il Comune si impegna a seguire gli appalti rendicontando la spesa». Dal Veneto Zaia con il suo 0,5% è quasi disinteressato: «Per noi sono 75 mila euro, se permette sto pensando alla partita da 6 miliardi che ho in ballo col governo. In ogni caso, è scandaloso che ci sia burocrazia sulla solidarietà». Gabrielli non ci sta: «Si vuole evitare, come accaduto nel recente passato, che in alcuni comuni a natalità zero si realizzino degli asili».

Andrea Pasqualetto

5 ottobre 1962: Apocalisse Beatles

Per chi non lo sapesse Apocalisse vuol dire Rivelazione.

Era il 5 ottobre 1962 quando quattro ragazzi di Leverpool,  John Lennon, Paul McCartney, George Harrison , Ringo Starr,  “rivelarono” al mondo il loro primo 45 giri che suonava così:

httpv://www.youtube.com/watch?v=x_e8YAvo690

Vespa Velutina, dall’oriente pericolo mortale per le Api

Quando si pensa alla Fine del Mondo o all’Apocalisse l’immaginazione visualizza immediatamente scene titaniche di catastrofi planetarie, guerre atomiche, pandemie falcidianti,  invasioni aliene, castighi divini…, e chi più ne ha più ne metta. Risulta difficile  immaginare che la questione “Fine del Mondo” potrebbe risolversi in un modo decisamente meno spettacolare, lento e quasi invisibile, ma tremendamente efficace.

Fu Albert Einstein ad affermare che:  “se l’ape scomparisse dalla terra all’umanità resterebbero quattro anni di vita; niente più api, niente più impollinazione, niente piante, niente alberi, niente esseri umani”.

Questo minuscolo insetto, famoso per la sua laboriosità e  per la sua evoluta organizzazione sociale, indispensabile all’intero ecosistema senza la quale è condannato  a fine certa, corre un pericolo mortale.

Le api, già decimate dall’esposizione agli antiparassitaridovranno fare i conti con la vespa velutina (vespa velutina nigrithorax), detta anche calabrone asiatico, che tra gli insetti di cui si nutre annovera anche loro.

Il temibile insetto, molto aggressivo nei confronti dell’uomo, è  originario del sud-est asiatico (Cina, India, Indocina e Giava).

Scoperta in Francia nel 2004 e da poche settimane in Spagna,  la vespa velutina è  attesa anche in Italia dove, al momento, non è ancora arrivata. Gli studiosi pensano sia solo questione di tempo. Piero Genovesi dell’ISPRA ha già denunciato la mancanza di un adeguato sistema di allerta per far fronte all’imminente pericolo.

 

Gli apocalittici arrivano in televisione

Gli Apocalittici, quelli veri, costruiscono rifugi anti-atomici (alcuni particolarmente eccentrici), si esercitano alla guerriglia e alla sopravvivenza in situazioni limite, preparandosi a sopravvivere alla Fine del Mondo. Noi abbiamo imparato a chiamarli preppers, coloro che si “preparano” all’Apocalisse che sentono sempre più vicina. 

Gli Apocalittici è il  titolo dellaserie tv realizzata da National Geographic che andrà in onda alle ore 20:55 di ogni lunedì dal 24 settembre 2012  su National Geographic Channel (403 sky). La puntata speciale dedicata agli Apocalittici italiani è prevista a fine novembre.

Effetto Fukushima, paura del nucleare in India

New Delhi – Circa 3 mila pescatori indiani hanno oggi tentato di bloccare un porto sulla costa dello stato meridionale del Tamil Nadu per protestare contro l’attivazione di una centrale nucleare. Lo riferisce la Pti, la principale agenzia di stampa indiana. A bordo di circa 500 pescherecci hanno formato una barriera per impedire l’accesso delle navi nel porto di Tuticorin.

Vista della centrale di Kudankulam

E’ intervenuta la Guardia costiera che ha disperso le imbarcazioni. I dimostranti, insieme a gruppi di ecologisti, hanno poi organizzato un sit-in in acqua e una catena umana nel centro urbano. I pescatori chiedono di fermare i lavori nell’impianto di Kudankulam dove in questi giorni è iniziato il processo di caricamento di un reattore in seguito al via libera di un ente indiano competente per l’energia nucleare. Le proteste contro la centrale di Kudankulam, la più grande in India, realizzata con l’aiuto russo, erano riprese lo scorso mese dopo la ripresa dei lavori interrotti dopo la tragedia di Fukushima. Lo scorso 10 settembre un pescatore era morto in scontro con la polizia a Tuticorin. Il progetto da 2 miliardi di dollari, composto da due reattori da mille watt ciascuno forniti da Mosca, era nato nel lontano 1988 grazie a un’intesa tra l’allora primo ministro Rajiv Gandhi e il leader russo Mikhail Gorbachev. (ANSA).

I ciclisti pedalano per un mondo migliore

Mountan bike, citybike, unisex o biciclette da da corsa, in Italia è bicimania. Complice la crisi e il prezzo alle stelle dei carburanti le vendite di biciclette nel Belpaese sono decollate (2 milioni le biciclette vendute nel 2012). Non basta, centinaia di migliaia sono le biciclette “rispolverate”, strappate dalle ragnatele delle cantine e restituite a gambe ansiose di pedalare.   La buone notizie sono arrivate  dall’Esposizione Internazionale del Ciclo in corso a Verona.

I ciclisti pedalano per un mondo migliore, miglioriamo il mondo per farli pedalare

Dissesto idrogeologico, il nubifragio delle Eolie apre la stagione dei disastri.

Il nubifragio che ha colpito le Eolie, alla cui popolazione esprimiamo tutta la nostra vicinanza e solidarietà, apre di fatto la stagione dei disastri che le piogge autunnali e invernali provocheranno sul territorio italiano,  tutto soggetto ai rischi derivanti dal dissesto idrogeologico.

(ISPRA, mappa nazionale rischio idrogeologico).

effetti apocalittici dissesto idrogeologicoC’è poco da incolpare fenomeni quali il riscaldamento globale e i relativi sconvolgimenti climatici quando un acquazzone può provocare danni e disagi per nulla proporzionati all’entità del fenomeno. Se una pioggia torrenziale si abbatte sulle Eolie e le mette in ginocchio sicuramente molto è dovuto all’eccezionalità dell’evento, ma interrogativi sull’attuale situazione idrogeologica del territorio sono necessari.

Il dissesto idrogeologico è una piaga diffusa su tutto il territorio nazionale dove la carenza d’informazioni sulla più appropriata utilizzazione dei suoli, l’abbandono delle vecchie sistemazioni idraulico-agrarie e idraulico-forestali, l’eccessiva antropizzazione del territorio, l’uso di tecniche agronomiche inadeguate, l’aggravante fenomeno degl’incendi boschivi, hanno portato ad una notevole intensificazione dei processi erosivi. Spesso, troppo spesso, le istituzioni delegate alla cura e alla protezione del territorio diventano impotenti spettatrici delle apocalittiche conseguenze di queste negligenze. E’ arrivato il momento di voltare pagina…

 

PREVENIRE NON PREVEDERE