Archivi categoria: Cinema, Cartoni, Fumetti

L’apocalisse nel Cinema, nei Cartoni e nei Fumetti.

Diabolik, la serie.

L’ombra non lascia tracce

Non commette errori

Non esita mai

Non ha legge

Non conosce limiti

Non ha identità

L’ombra ha mille volti

Ma un solo nome

httpv://www.youtube.com/watch?v=O4zmzfSpRKQ

Diabolik, il personaggio creato dalle sorelle Angela e Luciana Giussani che ha dato un’anima al fumetto più longevo nel panorama italiano, e che proprio quest’anno compie 50 anni, vivrà per la prima volta sul piccolo schermo.

Sky Cinema sta lavorando alla realizzazione della serie tratta dal fumetto cult, con 13 episodi fedeli alla linea tracciata dalle due autrici che saranno pronti non prima di due anni…

Diabolik nasce il primo novembre 1962 nell’Italia del boom economico: è un ladro inafferrabile, un killer spietato. La sua identità è celata da una maschera, divenuta la “firma” del fumetto. Ha una passione per i gioielli e le opere d’arte e prepara i suoi colpi in modo impeccabile, fuggendo a bordo della mitica Jaguar nera.

La serie (13 episodi da 50 minuti) farà calare lo spettatore nel mondo sospeso nel tempo di Diabolik. I personaggi principali, Eva, Ginko ed Altea, affiancheranno il protagonista e gli faranno vivere una nuova dimensione, non più solo eroe di carta.

Il progetto, che sta attirando l’interesse del mercato internazionale, sarà realizzato con la collaborazione di Mario Gomboli, che ha raccolto l’eredità delle sorelle Giussani e ne prosegue l’avventura, curando la pubblicazione dei fumetti attraverso la casa editrice Astorina.

 

Fonte: lastampa.it

 

 

In arrivo i nuovi film della saga di Guerre Stellari

Per anni è sembrato che un altro film della saga di “Star Wars” fosse solo un sogno impossibile in una galassia lontana, molto lontana.

Ma sulla terra lo studio cinematografico della Walt Disney ha idee differenti, avendo annunciato, martedì, di avere in programma non uno ma almeno tre nuovi film della saga di “Star Wars”, da iniziare entro tre anni.

L’acquisizione da 4 miliardi di dollari, da parte della Disney, della Lucasfilm di George Lucas e del franchising multi miliardario “Star Wars” ha sorpreso gli investitori, e causato reazioni miste tra i fans del film, molti dei quali hanno poco voglia di altri Luke Skywalker e Jedi.

“La serie ha ristagnato in creatività. Questa cosa potrebbe essere positiva… O no”, ha commentato Chris Goodson su Facebook.

Un altro commentatore, Peter Campbell, ha espresso la sua incredulità chiedendo: “È tutto vero? Oh, per favore, basta con i film di Star Wars”.

Lucas, la cui immaginazione ha dato alla cultura popolare la Principessa Leia e la sua pazzesca pettinatura, l’antieroe Darth Vader e lo slogan “Che la Forza sia con Te”, ha insistito per anni che non avrebbe fatto più dei tre film originali e dei tre prequel.

Lucas ha spesso espresso frustrazione per le critiche venute da molti accaniti fans di “Star Wars” che hanno disapprovato i tagli apportati ai suoi film.

“Perché dovrei farne altri”, aveva detto Lucas, in gennaio, durante un’intervista al New York Times a proposito di “Star Wars”, “quando tutti ti rimproverano e ti dicono che terribile persona sei?”.

Ma sette anni dopo l’ultimo film, “La vendetta dei Sith”, la Disney ha detto che vede spazio per “Star Wars Episode 7”, nel 2015, con gli episodi 8 e 9 a seguire con due o tre anni di intervallo.

Alcuni fans hanno dato il benvenuto alla prospettiva di nuovi film. Nella pagina Facebook di Star Wars, David Schmoyer ha commentato: “Ci porta a sognare di nuovo nel posto dove molti di noi hanno iniziato a sognare”.

Alcuni sono meno felici. Andreas Pedersen l’ha definito “il peggior pesce d’aprile di sempre”, mentre un altro fan, Brandan Sullivan, ha detto: “Questa potrebbe essere la morte di Star Wars”.

“La gente non sembra voler riconoscere che togliere Star Wars dalle mani di George Lucas è la miglior cosa possibile per il franchising”, ha contro-argomentato Jesse Taylor su Twitter.

HAN SOLO, R2-D2, MICKEY E MINNIE

Oltre ai nuovi film, personaggi come Yoda e Obi-Wan Kenobi potrebbero trovare casa sul canale via cavo Disney XD, destinato ai più giovani.

Inoltre il direttore Esecutivo della Disney, Robert Iger, ha detto ai giornalisti in una video-conferenza che ci sono “ampie opportunità” per estendere il franchising nei parchi a tema Disney di tutto il mondo, trovando posto a R2-D2 e Han Solo accanto a Mickey Mouse e la Sirenetta.

“Entusiasta per un altro Star Wars ma non sono sicuro che mi piaccia che ci sia dietro la Disney”, ha commentato Janel Halstead su Facebook.

Il franchising di “Star Wars” ha guadagnato circa 4,4 miliardi di dollari nei box-office di tutto il mondo da quando il primo film è uscito nel 1977, risultando il terzo marchio del cinema di maggior successo dopo “Harry Potter” e “James Bond”.

Come il maghetto e l’agente segreto britannico, “Star Wars” ha anche generato un impero in libri, videogiochi e giocattoli così grande che viene spesso soprannominato “L’Universo Espanso”.

Ha anche inspirato una mini industria dedicata ad esaminare temi filosofici, spirituali e mitici derivati dal fatto che molti osservatori vedono Luke Slywalker come una reincarnazione di Gesù Cristo, mentre altri vedono Yoda come inspirato da un profeta Mormone.

Lucas, 68 anni, ha affarmato martedì, in un video postato nel sito web StarWars.com, di essere in possesso di bozze per gli episodi 7,8 e 9, che avrebbe consegnato al produttore Kathleen Kennedy da sviluppare in collaborazione con Disney.

Nello stesso video la Kennedy ha detto che la Disney è “la migliore compagnia possibile per portare Star Wars nel futuro”, e ha assicurato Lucas che sarebbe rimasta fedele alle sue creazioni.

“La cosa più importante è proteggere questi personaggi per essere sicuri che possano continuare a vivere nel modo in cui tu li hai creati”, ha detto la Kennedy.

FONTE: Reuters

L’era glaciale IV, al cinema l’apocalisse che avvenne

In principio fu la ghianda. Poi, nulla fu più come prima. A volte ostinarsi a inseguire un sogno può comportare conseguenze catastrofiche. Quelle innescate dalla formidabile performance di Scrat lo scoiattolo cambieranno la storia del pianeta. Arriva oggi nelle sale italiane, distribuito da 20th Century Fox, L’Era Glaciale 4 3D- La deriva dei continenti, nuovo capitolo della saga cartoon campione d’incassi in mezzo mondo (circa 840 milioni di dollari, 159 mila negli Stati Uniti dove è uscito a metà luglio), diretto da Steve Martino e Mike Thurmeier, le avventure della scombiccherata banda composta dai mammuth Manny e Ellie con la figlia Pesca, il bradipo casinista Sid, gli opossum Crash e Eddie, Diego la tigre dai denti a sciabola e da un tot di comprimari. Su tutti si staglia la figura di Scrat, vittima di un’ossessione: la ghianda. E sarà proprio il tentativo di nasconderla sottoterra a provocare una crepa chilometrica che spacca la crosta terrestre dando origine – appunto – alla deriva dei continenti ma pure a tutti i guai dai quali gli attori del film dovranno cavarsi fuori. (clicca QUI per leggere tutto l’articolo su Repubblica.it)

Gli Apocalittici – la serie TV

Gli Apocalittici su national geographic

Serie TV – Gli apocalittici – National Geographic

 

Il giorno 24 Settembre alle ore 20.55 iniziera sul canale del National Geographic la serie televisiva dedicata agli apocalittici. Verranno raccolte testimonianze di persone che si preparano all’avvento dell’apocalisse cercando di sfuggire, aggirare, prepararsi ad ogni tipo di evento. Consigliamo vivamente di seguirla e di tenere come riferimento il nostro blog per le vostre testimonianze utilizzando la nostra Pagina dedicata alle comunicazioni per National Geographic.

Di seguito la trama della serie TV:

L’espressione “apocalisse” o “fine del mondo” nell’immaginario popolare è associata all’idea di un evento talmente catastrofico da comportare la conclusione definitiva della civiltà umana per come la conosciamo. Tuttavia ci sono persone fermamente intenzionate a vendere cara la pelle, e che giorno dopo giorno si stanno preparando con ogni mezzo per resistere a un’eventuale catastrofe di proporzioni escatologiche.

Benvenuti nel mondo degli Apocalittici, gente peraltro comune che ha deciso di organizzarsi per sopravvivere a ogni tipo di evento razionalmente prevedibile e potenzialmente disastroso per l’umanità: che si tratti di terremoto, incidente nucleare, collasso economico, crisi energetica o attentato terroristico.

Spinti da credenze e motivazioni di volta in volta razionali o bizzarre, i cosiddetti “preppers” non esitano davanti a nulla pur di attrezzarsi per fronteggiare qualunque incerto della vita. Ma tutti questi sforzi hanno una reale ragione di essere? E fino a che punto possono offrire una protezione efficace in caso le cose volgano al peggio?

Con l’aiuto dei suoi esperti National Geographic Channel ci accompagna in un appassionante viaggio di esplorazione tra le “roccaforti” degli Apocalittici che metterà a confronto rischi e benefici delle varie strategie adottate.

 

Queste le programmazioni:
Lunedì 24 settembre ore 15.44 – Presentazione
Lunedì 24 settembre ore 20.55 – Armati per la fine del mondo
Lunedì 24 settembre ore 21.55 – I profeti dell’apocalisse
Martedì 25 settembre ore 00.50 – Armati per la fine del mondo

Alla prima di “The Dark Knight Rises” un folle scatena l’apocalisse. Continua la Maledizione di Batman.

Segue la notizia pubblicata da Repubblica.it. Dopo l’incidente di Morgan Freeman, l’arresto del protagonista Christian Bale per violenza domestica e la morte di Heat Ledger, un’altra incredibile sciagura si abbatte sulla trilogia di Christopher Nolan dedicata al gotico pipistrello di Gotham City gettando copiosa benzina sull’incendio della Maledizione di Batman.

DENVER – Dieci persone sarebbero rimaste uccise e numerose altre ferite, alcune in maniera grave, a Denver, in Colorado, in seguito a una sparatoria scatenata all’esterno di un cinema, il Century 16 Movie Theaters, nel quale veniva proiettata la prima del film ‘The Dark Knight Rises’, l’ultimo episodio della serie dedicata a Batman.  Secondo la stampa locale, che cita fonti sanitarie, l’ospedale Swedish Medical Center sarebbe già stato allertato dalla polizia sul possibile arrivo di almeno 20 pazienti. Secondo alcune testimonianze che cominciano a girare sui social network, l’autore della strage indossava una maschera antigas e prima di scatenare l’inferno avrebbe lanciato alcuni candelotti fumogeni.

 

The Walking Dead

Lo ammetto. Sono un’appassionata della serie tv che ho scoperto prima del fumetto. Adesso sono un’appassionata soprattutto del fumetto. La presentazione che segue proviene da un sito  dedicato a questa avvincente saga dove è possibile trovare molto materiale al riguardo che, per chi volesse iniziarsi alla lettura,  fornisce ottimi riassunti dei 15 albi pubblicati in Italia.

The Walking Dead è una serie horror a fumetti pubblicata dalla Image Comics a partire dall’ottobre 2003, creata da Robert Kirkman ed illustrata da Tony Moore per i primi 6 numeri e da Charlie Adlard per i successivi. Tratta delle vicissitudini di un gruppo di persone che cercano di salvarsi da un’invasione di zombie.
In Italia non sono stati pubblicati i singoli albi mensili. SaldaPress ha iniziato a tradurre e proporre dal 2005 i volumi antologici americani, ciascuno dei quali raccoglie sei albi singoli.
La pubblicazione dell’opera di Kirkman continua tuttora: ad oggi sono stati editi 90 albi, mentre l’edizione in volume è arrivata al quindicesimo numero (al decimo in Italia).