Masse d’acqua negli oceani che si ritirano paurosamente

Tempo fa ci sono stati due eventi di questa natura in Florida e alle Bahamas che inizialmente sono stati classificate come effetto dell’uragano Irma ma  quando poi nel 2017 si è ritirata anche l’acqua in Irlanda facendo riemergere dopo la bellezza di 33 anni la spiaggia di Dooagh Bay la cosa ha cominciato a destare qualche sospetto in più.:

Pubblicità
La spiaggia di Dooagh Bay riemersa dopo 33 anni

Eppure la spiaggia era totalmente sparita, la sabbia inesistente, le strutture commerciali che vi furono create sparirono con essa 33 anni fa.

La situazione è cambiata improvvisamente a Pasqua, quando in quella regione ci sono state fortissime ondate di vento provenienti dall’Atlantico, le quali hanno riportato la sabbia al suo posto. “Le folate di vento hanno spostato indietro i banchi di acqua di superficie, facendo sì che salisse su quella più in profondità. Con essa è risalita anche la sabbia” ha citato un esperto della zona.

Un evento del tutto equivalente  è avvenuto in Perù dove il mare si e’ misteriosamente ritirato di almeno 150 metri sulle coste di Huacho.
Nessuna allerta tsunami è stata diramata, il fenomeno ha lasciato senza di stucco sia gli abitanti del luogo che hanno documentato con foto e filmati l’anomalo accadimento sia gli studiosi che sono intervenuti subito dopo:

Il mare di Huacho​_ si ritira per 150 metri

E ancora in Brasile ed in Uruguay, stesso scenario, stessi timori: il mare si ritira per centinaia di metri nell’agosto del 2017 lasciando barche arenate, melma sconfinata e una tetra sensazione di qualcosa che non possiamo controllare e che dobbiamo forse temere.

Eppure le notizie più ricorrenti riguardano ghiacciai che scongelano e la minaccia dell’acqua che sommergerà chilometri di costa in tutto il mondo. Allora di quale intensità sono questi fenomeni gravitazionali? Fino a che punto possiamo prevedere, prepararci e difenderci da questi cataclismi?

Le masse d’acqua che si ritirano negli oceani influenzate dalla forza gravitazionale lunare oppure l’instabilità gravitazionale terrestre?

Occorre approfondire, forse ci nascondono qualcosa…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.