Archivio mensile:agosto 2012

Trema tutto il Pacifico, dopo El Salvador forte scossa nelle Filippine

Trema tutto il Pacifico. A pochi giorni dalla scossa di El Salvador che aveva fatto scattare l’allarme tsunami nei paesi che affacciano alla costa occidentale dell’America Centrale, un’altra violentissima   scossa di terremoto di magnitudo 7,6 gradi della scala Richter è stata registrata alle 14,47 (ora italiana) nelle Filippine. L’epicentro è stato localizzato a 34,9 km di profondità sotto l’oceano Pacifico a nord-est dell’isola di Mindanao. L’elevata magnitudo del sisma, nonostante la profondità dell’epicentro, ha reso necessario un allarme tsunami per tutto il Pacifico orientale, dal Giappone a Papua Nuova Guinea.  In particolare l’Agenzia meteorologica giapponese ha lanciato l’allerta tsunami per onde alte fino a mezzo metro lungo tutta la costa orientale del Giappone ad eccezione del’isola di Hokkaido, la più settentrionale.

Tutti vegetariani per scongiurare l’apocalisse alimentare?

Alla vigilia dell’annuale Conferenza Mondiale sull’Acqua, che si apre questa settimana a Stoccolma alla presenza di 2500 politici, rappresentanti dell’Onu, ong e ricercatori provenienti da 120 paesi, il Guardian di Londra ha pubblicaro  il rapporto del  professor Malik Falkenmark e dei suoi colleghi dello Stockholm International Water Institute in base al quale  le riserve globali di cibo diminuiscono costantemente, mentre la popolazione mondiale non fa che aumentare. Riassumendo il rapporto con poche e semplici parole,  l’offerta di cibo nel mondo diminuisce a fronte di una domanda che cresce vertiginosamente.

Ai ritmi attuali, e seguendo la dieta odierna, entro il 2050 sono previste catastrofiche “carenze alimentari”. Stando ai dati ONU, in questo primo decennio del secolo “900 milioni di persone vanno a letto affamate tutte le sere e 2 miliardi sono da considerare malnutrite“. Tra 50 anni la popolazione mondiale sfonderà il tetto dei nove miliardi, ossia due miliardi in più rispetto ad oggi. Davvero troppo per questo vecchio pazzo mondo le cui risorse, soprattutto in termini di acqua dolce, sono già messe a dura prova. Per gli studiosi di Stoccolma la soluzione non potrà che essere una: nei prossimi 40 anni saremo costretti a diventare tutti vegetariani.

Questo perchè l’allevamento di bestiame richiede risorse in termini di acqua e terreno notevolmente superiori rispetto alla coltivazione delle sementi, basti considerare che un terzo delle terre arabili viene impiegato per “sfamare” gli animali destinati al macello. E’ lampante che mangiare meno animali restituirebbe alle necessità alimentari umane una notevole quantità di risorse.

 

 

Violenta scossa di Terremoto a largo di El Salvador

Una violenta scossa di terremoto di magnitudo 7.4 è stata registrata alle 22:37 di ieri (le 6:37 di oggi in Italia) al largo delle coste di El Salvador.

Secondo i rilievi del Servizio geologico degli Stati Uniti (Usgs) il sisma ha avuto ipocentro a 50,6 km di profondità ed epicentro 125 km a sud di Usulutan, quarta città del Paese.

Il Centro d’allerta tsunami del Pacifico (Ptwc) ha lanciato una allarme per El Salvador, Costa Rica, Nicaragua, Honduras, Guatemala, Panama e Messico, annunciando che si è formato uno tsunami dalle possibilità “distruttive”.

Il Centro prevedeva che onde anomale potessero colpire nell’ordine il Costa Rica, in particolare le località di Capo San Elena, Puerto Quepos e Capo Matapalo, poi il Nicaragua (Corinto, Puerto Sandino e San Juan Dl Sur), El Salvador (Acajutla), Honduras (Amapala), Guatemale (Sipicate), infine Panama (Punta Burica, Punta Mala Balboa) e Messico (Puerto Madero).
Poco dopo, lo stesso centro ha annunciato che lo tsunami formatosi nell’Oceano Pacifico poteva avere effetti “distruttivi”, mettendo in allarme “la linea costiera della regione”, assieme a tutta l’America centrale e il Messico. “Le autorità della regione dovrebbero prendere misure appropriate in risposta a questa possibilità”, ha avvertito il centro.

Ma l’allarme per lo tsunami è rientrato due ore dopo: un’onda anomala ha colpito le coste di El Salvador, senza però avere carattere distruttivo come avevano ipotizzato gli esperti del centro d’allerta tsunami. L’allarme è stato così revocato.

Poco dopo la prima, una nuova scossa di magnitudo 5.4 è stata registrata dall’Istituto geofisico americano al largo delle coste di El Salvador: l’ipocentro, a 57 km di profondità, è stato localizzato poco lontano da quello del precedente sisma di magnitudo 7.4 che ha fatto scattare l’allerta Tsunami.

( fonte Repubblica.it)

Nuova Zelanda, il Tongarino si risveglia senza preavviso.

Il Tongarinoera” un vulcano dormiente della Nuova Zelanda sito nel luogo che ha fatto da scenario naturale al film “Il Signore degli Anelli”. Dopo oltre un secolo di inattività, e con grande stupore degli esperti, si è risvegliato eruttando e comprendo di cenere ampie zone adiacenti.

(Clicca QUI per approfondimenti)

httpv://www.youtube.com/watch?v=bNB5b6pqWqE

5 milioni di dollari a un filosofo per studiare l’immortalità.

La Fondazione Templeton, fondazione filantropica di tendenza conservatrice sospettata di voler negare le teorie darwiniste, ha finanziato con 5 milioni di dollari il professore di filosofia all’Università di California-Riverside,  Martin Fischer, per un programma triennale dedicato allo studio sull’immortalità.

Le domande cui la fondazione intende rispondere servendosi del filosofo più pagato di tutti i tempi sono di quelle che nessuno di noi poveri mortali si sarebbe mai fatto, soprattutto in considerazione del prezzo da sborsare per avere le risposte, sono le seguenti:

  • se e in quale forma le persone sopravvivono, o possono sopravvivere, alla morte del corpo;
  • quanto credere nell’immortalità influenza il carattere, gli atteggiamenti e le credenze di uomini e donne;
  •  perché la gente è portata a credere a una vita ultraterrena; se è o meno irrazionale desiderare l’immortalità.

Il filosofo non si scompone e, stranamente, si dichiara “convinto della bontà del progetto” e questa bontà la dimostra in un’affermazione la cui profondità lascia già intravedere nel prossimo futuro i più alti riconoscimenti del mondo accademico:

“Le persone hanno pensato all’immortalità nel corso di tutta la storia, abbiamo un bisogno innato di sapere cosa ci succederà dopo la morte. Un dibattito che va avanti da secoli e che ha riguardato soprattutto la letteratura, in particolare la fantasy, ed ovviamente la teologia in termini di aldilà, paradiso, purgatorio o karma. Nessuno ha ancora offerto uno sguardo complessivo al tema che metta insieme scienza, teologia e filosofia“.

Cari lettori scusatemi, ma non posso esimermi dal commentare frase per frase questa dichiarazione pagata a peso d’oro:

Le persone hanno pensato all’immortalità nel corso di tutta la storia (davvero? e chi l’avrebbe mai detto!);

abbiamo un bisogno innato di sapere cosa ci succederà dopo la morte (signori, questa è genialità allo stato puro. Questa è “rivelazione” autentica);

Un dibattito che va avanti da secoli e che ha riguardato soprattutto la letteratura, in particolare la fantasy, ed ovviamente la teologia in termini di aldilà, paradiso, purgatorio o karma (questo passaggio rende evidente quanto sono ben spesi questi 5 milioncini! Un’affermazione del genere richiede qualità fuori dal comune. E’ il frutto di conoscenze che non si acquisiscono solo con lo studio, ma richiedono il dono dell’intuizione, la scintilla del genio. Dire che il dibattito sull’immortalità ha riguardato “soprattutto la letteratura fantasy” e addirittura la teologia è la chiara prova di un coraggio intellettuale che non può che lasciare a bocca aperta);

Nessuno ha ancora offerto uno sguardo complessivo al tema che metta insieme scienza, teologia e filosofia (…ma non è un grandissimo. E adesso non vi azzardate a replicare con spiccia filosofia da liceo citando questo o quell’altro filosofuncolo. Qui si mette insieme sicenza, teologia e filosofia mica pizza e fichi!).

Nell’intervista a Washington Post il nostro ispiratissimo filosofo ci ha tenuto a precisare che:

nella ricerca non c’è niente di esoterico, ma che il suo principale interesse riguarda la longevità dell’essere umano e i progressi della scienza medica che rendono inevitabili alcune domande: cosa succederebbe se potessimo vivere per sempre? Che ruolo giocano la morte e il nostro concetto di mortalità durante la nostra vita? Per come è strutturato il nostro cervello è naturale credere nell’aldilà? Perché si vuole credere nell’inferno e nel paradiso e quanto questo incide sulla nostra fede? (da Repubblica.it)

Stia tranquillo chi si sta chiedendo come sarà data risposta a queste domande. E’ l’uovo di colombo. Studiando le esperienze della “quasi morte” (ma è chiaro!) di gente che, uscita dal coma, ha raccontato quell’esperienza. Ad esempio per gli americani spesso coincide con la visione di un tunnel alla cui fine si intravede un bagliore, mentre per i giapponesi è ricorrente la visione del giardino fiorito. Chissà cosa vedranno i nepalesi, i francesi, i kazaki, gli abitanti dell’isola di Pasqua… se ve lo state chiedendo tranquilli, a breve avrete queste e altre risposte sia nelle “due grandi conferenze internazionali” che saranno organizzate nel corso della ricerca, sia nel sito web in costruzione nel quale potrete seguire in real-time ogni progresso degli studi.

Mi sento di lanciare un messaggio a quelli della Templeton Foundation, una volta scoperti tutti i segreti della vita eterna, se dovesse servirvi altro…che so…uno studio sull’Apocalisse, una ricerca sulle pentole d’oro alla fine degli arcobaleni o, necessarissima, sul topino che mette il soldino al posto del dentino sotto il cuscino io, Escansibus, sono a vostra completa disposizione e, a differenza del professor Fischer, la cui cultura ed autorevolezza non metto affatto in discussione, costo molto, molto meno. Potrei accontentarmi anche delle bollette di acqua, luce e telefono pagate per tre anni, e se dovesse scapparci anche un rimborso benzina va a finire che riesco a farvi parlare con Darwin in persona non prima di averci messo una buona parola per fargli rettificare quel paio di teorie che vi danno tanto fastidio. Tranquilli, male che va può sempre dire di essere stato frainteso. Ultimamente va molto di moda.

 

 

 

 

L’Apocalisse di Hiroshima

SPECIALE L’orrore dell’apocalisse atomica raccontato dal medico militare ultranovantenne Shanturo Hida, un hibakusha, che in giapponese sta per  “sopravvissuto alla bomba“.

Erano da poco passate le 08.16 quando una mattina come tutte le altre a Hiroshima è scoppiata l’Apocalisse. Era il 6 agosto 1945 e quel giorno l’umanità  presentò a se stessa  il suo terribile biglietto da visita appuntato sul telaio della prima bomba atomica. Le bombe di Hiroshima e Nagasaki segnarono la fine della guerra più terribile cui il mondo avesse mai assistito piegando il Giappone, ultimo irriducibile belligerante. Da allora gli ordigni nucleari presenti negli arsenali delle potenze sono cresciuti vertiginosamente. Se ne contano decine di migliaia e il più obsoleto di essi ha una potenza distruttiva centinaia di volte superiore a quelle che hanno scatenato le uniche due apocalissi nucleari. Fino ad ora.

 

 

Abbronzatura al sole apocalittico del 2012

Basterà la protezione 50 per proteggersi dalle scottature  del sole apocalittico dell’estate 2012?

Probabilmente non si faranno questa domanda i vacanzieri dell’agosto più in crisi di tutti i tempi e prenderanno il sole con le solite tradizionali protezioni nella speranza di un’abbronzatura compatta ed omogenea da raggiungere nelle poche ore a disposizione della vacanza mordi e fuggi.

E intanto questo Sole, dopo averli abbronzati e abbrustoliti per benino, si preparerà  all’allineamento con il centro della galassia atteso proprio (guarda caso) nella fatidica data, il 21 dicembre 2012, con chiarissime intenzioni devastatrici.

Insomma, quando le tintarelle conserveranno ancora il pallidissimo velo di quella che fù l’ultima estate dell’Anno del Signore 2012, quel Sole che dolcemente le aveva pennellate si tramuterà in un astro sterminatore che allineandosi con il centro della galassia scatenerà l’Apocalisse ultima e definitiva. Almeno così dicono i più convinti sostenitori della profezia maya. Il fatto che l‘allineamento Sole Terra Centro della galassia è un fenomeno che, da quando il mondo è mondo, accade con regolarità ogni anno senza la minima conseguenza è un dettaglio trascurabile.

Male che va l’Apocalisse si può sempre rimandare.

 

Se i nazisti fossero (stati) evasori?

Si inserisce necessariamente come appendice del nostro particolare per-corso di economia, Crisi Economica e Profezie,  l’articolo di Ermanno Cavazzoni apparso nel prestigioso inserto culturale dell’edizione domenicale del Sole 24 ore. Quando si parla di “evasione fiscale” sono lampanti gli effetti apocalittici sulle economie ed è quasi impossibile trovare economisti pronti a riconoscerne qualche effetto positivo. L’evasione fiscale è il male assoluto perpetrato da un  più o meno folto, a seconda delle culture nazionali,  drappello di furbi e manigoldi che sottraggono soldi destinati al benessere generale sotto forma di beni e servizi pubblici per insaccarli nelle loro tasche. Nulla da obiettare. Ma dove non arriva la scienza esatta dei numeri, dove non arriva la scienza sociale dell’economia, arriva la “letteratura”, qui assunta nel suo senso più ampio che riesce a fare  dell’immaginazione il necessario strumento di analisi e riflessione altrimenti mancante. Ermanno Cavazzoni, se i nazisti fossero evasori

 

Apocalisse 2012, dalla paura qualche buona idea in termini di gestione delle risorse.

L’irrazionalità della paura dell’Apocalisse  genera “razionalità” in termini di gestione delle risorse domestiche.

Nella prima parte del video  una “normale” e “pacifica” famiglia americana è certa di dover affrontare terribili conseguenze a seguito delle emissione di massa coronale del 2012-2013, il risultato è un’economia domestica che presenta alcuni aspetti davvero interessanti. Nella  seconda parte una piccola, ma un po’ troppo  “agguerrita”, comunità  di “preppers”  si prepara ad affrontare  quello che ritiene essere l’imminente collasso economico mondiale.

httpv://www.youtube.com/watch?v=2oMF4V5T1Zc