Archivio mensile:marzo 2012

Ad petendam pluviam

E’ allarme siccità in tutta Italia.

Arno, siccità marzo 2012

La Coldiretti ha stimato un calo delle precipitazioni piovose pari al 50% al nord e compreso fra il 25 e il 50% al centro e in Sardegna. In Toscana l’Arno ha una portata pari a dieci volte meno quella registrata mediamente in questa stagione. In pratica è dalla storica nevicata di inizio febbraio che piove pochissimo e, al momento, le previsioni non promettono niente di buono.

Il cardinale di Firenze ha lanciato un appello: “pregare per il dono della pioggia“.

 

 

 

Le api stanno scomparendo

Albert Einstein ha affermato: “se l’ape scomparisse dalla terra all’umanità resterebbero quattro anni di vita; niente più api, niente più impollinazione, niente piante, niente alberi, niente esseri umani”.

Science, la nota e autorevole rivista scientifica, ha pubblicato due articoli in cui viene ampiamente dimostrato che l’esposizione agli antiparassitari causa ad api e a bombi una sorta di “disorientamento”.

moria delle api

La scomparsa delle api

Gli insetti “disorientati”  non riescono più a ritrovare la strada di casa il che scatena una reazione micidiale: le api non tornano all’alveare, la colonia subisce un impoverimento numerico da cui deriva una diminuzione del cibo e, quindi, una “brusca diminuzione” delle nascite di api regine. Meno api regine significa dire meno alveari, e meno alveari significa dire meno api. Sempre meno api.

Se non si corre subito ai ripari l’affermazione di Einstein sulla scomparsa delle api  prenderà i toni cupi e apocalittici di una terribile profezia.

Miliardi di pianeti adatti ad “ospitarci”

pianeta orbita intorno nana rossa

pianeti orbitano intorno a nana rossa

Un team internazionale di astronomi e astrofisici guidati dall’Observatoire des sciences de l’univers di Grenoble, in Francia, dopo sei anni di osservazioni e relativi studi  utilizzando lo spettrografo Harps dell’European Southern Observatory (Eso), montato sul telescopio di 3,6 metri di diametro a La Silla in Cile sono arrivati alla seguente conclusione:

solo nella nostra galassia potrebbero esistere decine di miliardi di pianeti adatti a ospitare la vita.

Se non dovessero avverarsi le seguenti profezie (che, al momento, sembrerebbero le più “accreditate”):

– 5 e 6 giugno e/o 21 dicembre 2012 (calendario maya);

– 5 febbraio 2040 (asteroide 2011AG5);

– 2060 (Isaac Newton);

è probabile che abbiamo abbastanza margine per raggiungere un livello tecnologico in grado di portarci in salvo sul più vicino fra i tanti miliardi di pianeti adatti a “sopportarci”.

Fuga di gas dal “pozzo dell’inferno”

Una  fuga di gas sottomarina da un pozzo della Total, situato a circa 250 chilometri a est di Aberdeen, sta interessando il Mare del Nord. Oltre alla piattaforma della Total è sato disposto il piano di evacuazione anche dalla piattaforma della Shell sita nelle adiacenze.

I tempi lunghi per chiudere la fuga di gas e la perdita di prodotto hanno già causato il crollo del 6% del titolo Total alla Borsa di Parigi.

Gli apocalittici lasceranno l’auto in garage?

Nel 2012, anno apocalittico per eccellenza, non poteva certo mancare la reintroduzione della famigerata “tassa sulle disgrazie”. Quale occasione più ghiotta per la politica di fare cassa con l’Apocalisse alle porte? La tassa è molto semplice: “”prevede l’automatismo del fondo imprevisti presso Palazzo Chigi, obbligando le regioni, che ne usufruiscono per fronteggiare calamità naturali, ad aumentare le accise sui carburanti“.

Gli apocalittici.netaliani, soprattutto quelli che vedono negli svariati disastri ipotizzati dalle diverse interpretazioni della profezia del calendario maya, lasceranno la macchina in garage?

La data più prossima sarebbe quella del 5 e 6 giugno 2012. Sono in  molti ad essere convinti che un corpo celeste si schianterà contro il nostro pianeta. A questo punto è lecito porsi la seguente domanda: se l’impatto ci sarà quanto verrà a costare la benzina?

San Paganino, tagli apocalittici

Tagli apocalittici questo “ventisette”. San Paganino vestirà l’abito del Cavaliere dell’Apocalisse.

"Addizionale Irpef", l'ascia bipenne di San Paganino

"Addizionale Irpef", l'ascia bipenne per gli apocalittici tagli di San Paganino

Brandendo “addizionale IRPEF”, l’apocalittica ascia bipenne, taglierà stipendi pubblici e privati al cupo suono della Tromba che intonerà la melodia apocalittica di  “Se potessi avere mile lire al mese“.

Un altro terremoto in America Latina

Appena cinque giorni dopo la violenta scossa di terremoto magnitudo 7.6  che il 21 marzo ha fatto tremare Acapulco in Messico, alle ore 00.37 (ora italiana) un altro forte terremoto di magnitudo 7,2 della scala Richter   ha colpito il Cile.

L’ epicentro è stato rilevato  in mare a 10 km di profondità e a circa 50 chilometri al largo di Constitucion.

Il terremoto è stato avvertito anche a Santiago che dista dall’epicentro circa 250 km.

Non si hanno notizie di danni o di un rischio tsunami.

 

aggiornamento 16.46 (ora italiana): l’epicentro, contrariamente a quanto affermato dai primi bollettini, è stato registrato a Talca, capitale della regione del Maule, già duramente colpita dal vilento terremoto del 2012 che registrò magnitudo 8.8.

Le autorità hanno invitato la popolazione di alcuni tratti della zona costiera a raggiungere “aree sopraelevate”. Si tratta di un “allarme preventivo”.

Fusione Nucleare più vicina

 

Il 15 marzo 2012 è stato compiuto un passo importantissimo verso la fusione nucleare.

In California, nel laboratorio del National Ignition Facility, è stato generato l’impulso laser più potente di sempre.

L’impulso, durato 23 miliardesimi di secondo, ha generato 411 mila miliardi di watt, qualcosa come mille volte di più di quanto consumato dagli Stati Uniti nello stesso lasso di tempo.

Numeri che lasciano senza fiato.

Marmite: razionamento da Apocalisse per le colazioni neozelandesi.

Il terremoto che nel 2011 ha fatto tremare la Nuova Zelanda ha avuto risvolti apocalittici per le colazioni dei neozelandesi.

I kiwi, infatti, sono golosissimi di una specie di nutella nostrana denominata marmite, e pare che non riescano davvero a farne a meno a colazione. Purtroppo il terremoto ha seriamente danneggiato l’impianto di produzione della crema rendendolo inutilizzabile. Risultato: produzione interrotta, scorte in via di esaurimento e panico neozelandese a colazione.

Si stanno già organizzando aste dove la marmite si vende a peso d’oro. C’è chi, avendo vuotato l’ultimo barattolo, sarebbe disposto a qualsiasi cosa pur di averne un misero cucchiaino.

E’ una situazione che certamente fa sorridere, ma se al posto della marmite ci fosse stata l’acqua potabile?

Non si tratta della solita ipotesi apocalittica.

In Italia la scorsa estate buona parte della provincia di Frosinone vide uscire per tre giorni e oltre acqua torbida dal rubinetto di casa. Il fenomeno fu causato da una serie di movimenti tellurici che intorbidirono la falda principale di approvigionamento dell’acquedotto di Posta Fibreno. Per tutto il periodo della durata del fenomeno le autorità sconsigliarono l’utilizzo dell’acqua per l’alimentazione.

L’Apocalisse è adesso per un miliardo di persone

 

Giornata Mondiale dell'Acqua 2012

L’85% delle risorse del Pianeta è utilizzato dal 12% della popolazione mondiale, ossia da 840 milioni di persone.

Questo accade mentre:

  • 1 miliardo di persone non hanno accesso ad acqua sicura;
  •  2 miliardi e 700 milioni tra cui 980 milioni di bambini non dispongono di impianti igienici adeguati;
  • 4.000 bambini muoiono ogni giorno per malattie causate da acqua inquinata;
  • il 50% dei posti in ospedale dei paesi in via di sviluppo è occupato da vittime di acque inquinate.

 

Tra tutte le risorse l’acqua è la più preziosa, seconda solo all’aria che respiriamo.

Dal 1992 ogni anno il 22 marzo  si celebra la Giornata Mondiale dell’Acqua.

Un momento per riflettere.

IL PIANETA HA SETE PERCHE’ IL MONDO HA FAME

 

 

 

Apocalittici, la verità sul Triangolo nel Sole

Lo staff di Apocalittici ha deciso,  dopo un attento e rigoroso dibattito interno, di svelare il mistero che ha fatto discutere il mondo:

Foto elaborata per Apocalittici da Francesca Funari

 

il Triangolo nel Sole è il risultato  di una spettacolare campagna pubblicitaria per il lancio del nostro blog.

www.apocalittici.net.

 

 

Violento terremoto in Messico

Una violenta scossa di terremoto magnitudo 7.6 ha fatto tremare Acapulco in Messico.

La scossa è stata seguita da una seconda di magnitudo 4.8 il cui epicentro è stato individuato a 47 km a sud ovest di Tlaxiaco, nello stato di Oaxaca, sempre sulla costa del Pacifico.

Messico

La zona è una delle più sismiche al mondo soggetta ad un’altissima probabilità di essere colpita nell’arco di 500-1.000 anni da un terremoto di magnitudo superiore a 9, anche più violento di quello che ha colpito il Giappone nel 2011.

Al momento non si registra allarme tzunami anche se onde anomale di lieve entità potrebbero investire zone circoscritte.

 

 

Anticipata la Fine del Mondo

Il 5 e 6 giugno 2012 Venere transiterà davanti al Sole. Non è la prima volta che succede. L’ultimo transito è avvenuto nel 2004. C’è da chiedersi, però, se il mondo riuscirà a vedere il prossimo transito previsto per il 2117.

Che ci sia un bel movimento nel cielo di quest’anno apocalittico è cosa nota a molti, soprattutto agli addetti ai lavori. Astronomi e Astrologi, che hanno già avuto un gran da fare tra il 9 e il 17 marzo con lo spettacolo dato da Venere e Giove, difficilmente potranno rilassarsi nei mesi a seguire.

Mentre la Cometa Garradd (C/2009 P1 Garradd) da bella mostra delle sue due code sfilando nella zona circumpolare, dove è visibile con un binocolo nelle prime ore della sera, Marte si trova a 100 milioni di km dalla terra (vicinissimo da un punto di vista prettamente astronomico) e brilla nel cielo di marzo 2012 insieme ad altri quattro pianeti: Giove, Saturno, Venere e Mercurio.

Cinque pianeti che illuminano le notti stellate sono un evento alquanto insolito, ma il clou di questa meravigliosa congiunzione è il transito di Venere davanti al Sole atteso il 5 e 6 giugno di quest’anno.

Gli astrofisici hanno datato con certezza, 5 giugno 2012, l’esatto allineamento Sole – Venere – Terra. Secondo Maria Longhena, archeologa americanista, la divinità maya legata a Venere è associata a eventi catastrofici. Sono in molti gli apocalittici che stanno facendo un semplice “due più due” anticipando la Fine del Mondo di 200 giorni rispetto al ben più famoso 21.12.2012.

Ad avvalorare questa ipotesi contribuisce Jesùs Galindo Trejo, astrofisico, che individua una chiave di lettura legata al transito di Venere sul Sole derivante dallo studio dei dipinti parietali nella “Sala degli Affreschi” a Mayapan in base al quale i 13 Baktun del “Conto lungo” avranno termine al prossimo transito di Venere sul Sole: il 5 giugno 2012.

Le scritture incise sulla stele di pietra a Tortuguero parlano chiaro e prevedono che alla fine del ciclo calendariale avverrà “la discesa dal cielo di un essere soprannaturale, il quale porterà…”. La frase finisce lì. Il gran finale è stato grattato via dal tempo. Ma sarà il tempo a restituircelo.

E’ solo questione di giorni.

 

 

 

 

 

Elio sempre più scarso

L’elio, il secondo elemento più presente nell’universo,  inizia a scarseggiare sul nostro pianeta.  Sembra che le riserve mondiali si stiano esaurendo.

Per chi associa questo gas ai palloncini o alla voce ridicola che viene fuori quando lo si respira le conseguenze sembrano tutt’altro che apocalittiche. Non è così per il mondo della scienza visto che l’elio , un gas inerte il cui pregio  consiste nella capacità di non liquefarsi a temperature bassissime, è indispensabile per raffreddare i gas a -270 gradi in modo da ridurre  le loro vibrazioni rendendoli “docili” allo studio. Nella pratica viene impiegato per raffreddare i magneti superconduttori indispensabili tanto agli acceleratori di particelle quanto alle più comuni risonanze magnetiche.

Sembra vicino il tempo che nelle feste di paese non si vedranno più variopinti fasci di palloncini, ma per i bimbi del terzo millennio ludicamente modificati dalla playstation non sarà certo la fine del mondo.

 

 

Il terremoto del 5 Aprile previsto da Bendandi

Ancora un’altra “ultima data” data da segnare sul calendario degli eventi

Bendandi, appunti sul terremoto del 5 aprile

apocalittici di questo anno 2012? Si tratta del 5 Aprile in cui Raffaele Bendandi, celebre “pseudo-scienziato” dichiaro’ che si sarebbe verificato un evento sismico di grandi proporzioni nella nostra Italia.

Pare comunque che questa profezia insieme ad altre attribuite allo stesso Bendandi sia una bufala, o meglio lo pseudo-scienziato basandosi su eventi esterni come fenomeni solari o allineamenti planetari che egli riteneva capaci di influenzare la struttura terrestre, avrebbe previsto ben 61 date di terremoti! Nessuna di queste date pero’ si e’ ancora verificata, e’ possibile che quella del 5 Aprile smentisca gli scettici?

Apocalittici.it sta raccogliendo una serie di informazioni tentando di incrociarle fra loro per valutare se ci sono i presupposti per un reale rischio terremoto ma sappiamo bene che fino ad ora non esistono strumenti certi per prevedere un terremoto.

 

OGM, il seme dell’Apocalisse?

Ma cosa c’è di tanto pericoloso negli OGM?

Per il ministro Corrado Clini la lista dei vantaggi al loro impiego supera di gran lunga quella degli svantaggi.

Afferma il ministro in un’intervista rilasciata al Corriere: “L’ingegneria genetica in agricoltura può creare semi nuovi e questi semi nuovi possono essere anche molto pericolosi, non ci sono dubbi”.

“Questi semi nuovi possono essere anche molto pericolosi”? Ma in che senso? Che vuol dire “molto pericolosi”?

A fronte di queste domande di poco conto lasciate senza risposta troviamo una bella serie di positive certezze:

  • Gli Ogm sono importanti per creare specie resistenti a condizioni estreme in    zone marginali soggette a dissesto idrogeologico e alla siccità“;
  • “Un’altra area molto interessante per l’applicazione degli Ogm non competitivi con le produzioni agricole sono le coltivazioni di specie con alto potere energetico: biocarburanti di seconda generazione e la filiera chimica verde
  • Nei Paesi in via di sviluppo: si possono applicare semi di Ogm per frutti o prodotti alimentari addittivati con vitamine o con vaccini“;
  • Gli Ogm salveranno l’agricoltura della tragedia post tsunami. Ricercatori giapponesi e inglesi stanno lavorando a una pianta di riso in grado di resistere al sale e dunque che può essere coltivata nelle aree colpite dall’acqua dello tsunami dello scorso anno”.

Insomma, gli OGM possono essere molto pericolosi, ma possono fare tutte queste belle cose.

Tutto ciò, caro ministro, ci conforta, ma….

sarebbe opportuno che rilasciasse  un’altra intervista che elenchi una brutta serie di negative certezze.

Mica per niente, solo per farsi due conti e vedere se conviene o no.

Ad esempio, uno potrebbe anche fregarsene altamente del riso coltivabile in acqua salata se al primo punto della serie si ritrovasse a leggere: “l’impiego di OGM può generare organismi parassiti incontrollabili capaci di azzerare un’intera specie, anche quella umana….“.

 

Nuovo terremoto in Giappone

Sono appena passati tre giorni dall’anniversario di Fukushima e nel nord del Giappone un violento terremoto di magnitudo 6.8 ha fatto nuovamente tremare la terra.

Il sisma, il cui epicentro è stato individuato  nel Pacifico a 210 km dalle coste di Hokkaido, si è scatenato alle ore 18.09 locali (10.09 in Italia) sollevando onde anomale di 20 cm, ben lontane da quelle di 10 metri che devastarano Fukushima.

Nonostante il ridottissimo rischio di tsunami, le autorità hanno comunque evacuato la zona costiera.

Il ricordo dell’Apocalisse fa ancora paura, quanto l’ombra del Big-One.

 

Triangolo sul sole

Probabilmente gli operatori della NASA e dell’agenzia meteo degli Stati Uniti non hanno creduto ai loro occhi quando durante l’osservazione hanno notato  lo strano triangolo isoscele sul sole.

Vista la precisione del disegno l’ipotesi “effetto ottico”sarà loro sembrata quella da scartare immediatamente, ma non deve aver fornito l’aiuto sperato nemmeno la più scientifica e altisonante ipotesi del “Coronal Hole”.

In altre parole il mistero c’è, è a forma di triangolo e si vede.

 

Apocalittici di tutto il mondo, scanetatevi!

 

Forum Mondiale per l’Acqua a Marsiglia dal 12 al 16 marzo 2012

Dal 12 al 16 marzo si riunirà a Marsiglia il sesto Forum Mondiale per l’Acqua. E’ prevista la partecipazione  di 150 paesi che affronteranno problemi allarmanti quale il continuo impoverimento delle risorse di acqua dolce cui fa fronte  il crescente fabbisogno mondiale per sostenere agricoltura e allevamento.

 

Ma quale 2012, l’anno dell’Apocalisse è il 2060. Parola di Newton.

Isaac Newton si è fatto due conti come si deve e il risultato è inequivocabile: la Fine del Mondo arriverà il 2060. Pare che per tutta la vita non abbia fato altro che studiare la Bibbia per scoprire la data dell’Apocalisse. A questo punto mi dispiace per i Maya e il loro calendario perchè  se è vero che ha scoperto la legge di gravità in un secondo, giusto il tempo di una mela che si stacca dal ramo per cascargli sulla capoccia, figuriamoci se non ha scoperto la data della Fine del Mondo dopo aver studiato la questione  per tutta la vita.

Io, per non sapere nè leggere nè scrivere, entro il 2059 dilapiderò il patrimonio!

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=jM5e3jmMBtE

Fukushima 11 marzo 2012, un anno dall’Apocalisse

Erano le 14.46 dell 11 marzo 2011 un terremoto di magnitudo 9  ha causato uno dei disastri nucleari più gravi della storia, le cui tragiche e incalcolabili conseguenze sono destinate a rimanere una ferita aperta e grondande sangue.

Fukushima è un luogo invivibile. L’entità della contaminazione radioattiva è incalcolabile, la bonifica impossibile.

Oggi il Giappone si è fermato in commemorazione delle 19.000 vittime di quell’Apocalisse.