Archivi tag: Pech

Bugarach si prepara all’Apocalisse Maya

Il 21 dicembre 2012 è sempre più vicino, l’ansia cresce, e molti cercano rifugio in un luogo speciale.

Bugarach, montagna di pech, salvarsi dall'apocalisse

Bugarach è un ridente paesino di duecento abitanti ai piedi del monte Pech nella Francia pre-pirenaica. Da tempo il piccolo abitato è considerato un luogo esoterico e molte sono le leggende che lo riguardano, in particolare quelle legate al Santo Graal. Ma è la profezia dell’apocalisse maya del 21 dicembre 2012 che ha portato Bugarach e i suoi pastori agli onori delle cronache mondiali.

Tra molti di coloro che sono convinti che il 21 dicembre 2012 il mondo cesserà di esistere si è radicata la convinzione che solo Bugarach sarà risparmiata dalla distruzione.

Detta così sembrerebbe una bufala come tante senonchè da due anni a questa parte questa convinzione ha fatto come la palla di neve che diventa valanga e quello che era un tranquillo paesino di pastori ed agricoltori si è trasformato in un covo di ciarlatani ed affaristi pronti a sfruttare credulità e dabbenaggine di chi pensa davvero che procurarsi un posto a Bugarach equivale a salvarsi dall’apocalisse maya.

In altre parole Bugarach si è trasformata in un far west di speculatori e imbroglioni pronti ad  affittare 4 camere a 1.500 euro al giorno o ad “offrire” un terreno per piazzare una tenda a 450 euro al giorno o una ben più confortevole “casa fine del mondo” a prezzi che variano da 1.500 a 2.000 euro a settimana. Non basta, c’è addirittura chi vende pietre di Bugarach in rete come amuleti portafortuna o, e qui ci sarebbe quasi da togliersi il cappello per la “sottile” ironia,  acqua di Bugarach come rimedio miracoloso contro le emorroidi. E in questo Far West i pollastri da spennare aumentano di giorno in giorno.

Le autorità locali sono preoccupate dall’afflusso di gente che aumenta con l’approssimarsi del 21 dicembre e sono già iniziati i preparativi per la gestione di quella che rischia di diventare una vera e propria emergenza. Ad oggi, 8 dicembre,  risulta che:

  • sono stati mobilitati un centinaio di gendarmi e pompieri, che  probabilmente aumenteranno all’aumentare del flusso di gente;
  • l’accesso al pizzo di Bugarach e a i suoi sotterranei sarà vietato dal 19 al 23 dicembre

 

 

Articoli correlati:

 

Una casa in montagna per salvarsi dalla Fine del Mondo

Non sono pochi quelli che credono che Bugarach, un paesino nel meridione francese, sarà l’unico posto a salvarsi dalla prossima fine del mondo. Il paese sorge ai piedi del monte Pech, e acquistare una casa in montagna sta diventando l’ossessione di molti. Ma che senso avrebbe sopravvivere? Poniamo il caso che sia tutto vero e che la mattina del 22 dicembre 2012 tutti coloro che si sveglieranno a Bugarach saranno gli unici superstiti della razza umana. Ebbene, che farà questo nutrito manipolo di survivors?

Diciamola tutta, già il fatto che ti sei affannato per comprare la tua casetta in montagna, alla faccia della nutrita concorrenza, per gustarti dal salottino rustico la fine del mondo in diretta mentre mangi fonduta non ti rende propriamente simpatico. E lo stesso vale per i tuoi nuovi vicini, ad eccezione della popolazione indigena. Poi, non si può certo dire che formate una comunità di “cuordileone”.

E ancora, cosa farete? come sopravviverete? Di allevamento e pastorizia? Alzino la mano quanti di voi sanno che i polli non nascono confezionati per il forno a microoonde, ma che sono volatili e per metterli in forno bisogna tirargli il collo e spennarli.

Senza contare le altre questioni che si aprono. Vi accoppierete e vi moltiplicherete per ripopolare nuovamente il pianeta? Riuscirete a riparare il primo frigorifero rotto? Quando finisce lo shampoo con cosa laverete le vostre sopravvissute teste? Cosa ne farete del maxischermo a led 3d pagato a rate? Come curerete il primo attacco di appendicite acuta?

Potrei andare avanti per ore con domande e domande, ma concludo con un nuovissimo tipo di profezia, quella “condizionata”:

SE IL 22 DICEMBRE 2012 VI SVEGLIERETE SANI E SALVI NELLA VOSTRA CASA IN MONTAGNA AI PIEDI DEL MASSICCIO DEL PECH DOPO CHE IL MONDO E’ FINITO… TRANQUILLI, LA  VOSTRA FINE E’ SOLO RIMANDATA. DI POCO.

SE IL 22 DICEMBRE 2012 VI SVEGLIERETE SANI E SALVI OVUNQUE VOI SIATE, SAPPIATE CHE A BUGARACH IN FRANCIA, FATTA ECCEZIONE PER GLI INDIGENI, C’E’ UNA NUTRITA COMUNITA’ DI IMBECILLI.

 

21.12.2012, la salvezza è sulla Montagna Sacra di Bugarach?

 

Sono ormai in molti ad essere convinti che per sopravvivere all’Apocalisse del 21 dicembre 2012 prevista alla fine del calendario Maya bisogna rifugiarsi sulla montagna sacra di Bugarach. C’è chi è disposto a spendere una fortuna pur di acquistare “una casetta di montagna a prova di Fine del Mondo”.

 

Ad essere precisi la montagna sacra è  si chiama Pech, alto 1231 m., e Bucharach  è il ridente paesino ai suoi piedi.

La remota ed esoterica terra francese da qualche tempo  subisce l’invasione di procacciatori di affari e ciarlatani di varia specie e natura che, sfruttando ed amplificando questa convinzione diffusa, stanno mettendo in seria difficoltà il villaggio di duecento anime dedite alla coltivazione e alla pastorizia.