Archivi tag: api

Vespa Velutina, dall’oriente pericolo mortale per le Api

Quando si pensa alla Fine del Mondo o all’Apocalisse l’immaginazione visualizza immediatamente scene titaniche di catastrofi planetarie, guerre atomiche, pandemie falcidianti,  invasioni aliene, castighi divini…, e chi più ne ha più ne metta. Risulta difficile  immaginare che la questione “Fine del Mondo” potrebbe risolversi in un modo decisamente meno spettacolare, lento e quasi invisibile, ma tremendamente efficace.

Fu Albert Einstein ad affermare che:  “se l’ape scomparisse dalla terra all’umanità resterebbero quattro anni di vita; niente più api, niente più impollinazione, niente piante, niente alberi, niente esseri umani”.

Questo minuscolo insetto, famoso per la sua laboriosità e  per la sua evoluta organizzazione sociale, indispensabile all’intero ecosistema senza la quale è condannato  a fine certa, corre un pericolo mortale.

Le api, già decimate dall’esposizione agli antiparassitaridovranno fare i conti con la vespa velutina (vespa velutina nigrithorax), detta anche calabrone asiatico, che tra gli insetti di cui si nutre annovera anche loro.

Il temibile insetto, molto aggressivo nei confronti dell’uomo, è  originario del sud-est asiatico (Cina, India, Indocina e Giava).

Scoperta in Francia nel 2004 e da poche settimane in Spagna,  la vespa velutina è  attesa anche in Italia dove, al momento, non è ancora arrivata. Gli studiosi pensano sia solo questione di tempo. Piero Genovesi dell’ISPRA ha già denunciato la mancanza di un adeguato sistema di allerta per far fronte all’imminente pericolo.

 

Le api stanno scomparendo

Albert Einstein ha affermato: “se l’ape scomparisse dalla terra all’umanità resterebbero quattro anni di vita; niente più api, niente più impollinazione, niente piante, niente alberi, niente esseri umani”.

Science, la nota e autorevole rivista scientifica, ha pubblicato due articoli in cui viene ampiamente dimostrato che l’esposizione agli antiparassitari causa ad api e a bombi una sorta di “disorientamento”.

moria delle api

La scomparsa delle api

Gli insetti “disorientati”  non riescono più a ritrovare la strada di casa il che scatena una reazione micidiale: le api non tornano all’alveare, la colonia subisce un impoverimento numerico da cui deriva una diminuzione del cibo e, quindi, una “brusca diminuzione” delle nascite di api regine. Meno api regine significa dire meno alveari, e meno alveari significa dire meno api. Sempre meno api.

Se non si corre subito ai ripari l’affermazione di Einstein sulla scomparsa delle api  prenderà i toni cupi e apocalittici di una terribile profezia.