Maltempo, massima allerta in Liguria

Allarme meteo in tutta la Ligura. A Genova, ancora sotto shock per quanto avvenuto esattamente un anno fa, il 4 novembre 2011,  fino alle ore 12.00 di domani 11 novembre è scattata  l’allerta 2 . Tutta la regione ligure, ed in particolare il suo capoluogo, sta vivendo ore di angoscia.

Pubblicità

Domenica 11 novembre ore 11.22, aggiornamento: risparmiata Genova, la perturbazione ha colpito soprattutto il Levante. Sono un centinaio le persone sfollatein provincia di La Spezia. Circa 60 le persone costrette a lasciare le loro case a Borghetto Vara, una trentina ad Ameglia, 4 a Sesta Godano e 6 nel comune di Beverino. L’allerta 2, quella di massimo livello, è stata prorogata fino alle ore 15 di oggi nella zona dello Spezzino e del Tigullio. Resta invece confermata l’allerta 1 fino alle ore 12 di oggi sul resto della Liguria. Lo comunica la Protezione civile della Regione Liguria. La decisione è stata presa in seguito all’aggiornamento delle previsioni meteo-idrologiche del centro Arpal e in base alle recenti precipitazioni. E’ raccomandata attenzione soprattutto nelle aree a rischio frana anche dopo la fine dell’allerta. (da Repubblica.it)

Lo stato di allerta meteorologica 2, massimo livello di allerta, riguarda tutto il  territorio del Comune di Genova. E’ entrato in vigore a partire dalle ore 9.00 odierne , fino alle ore 12.00 domenica 11 novembre e prevede le seguenti disposizioni:

 

  •  Chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private, inclusi asili nido e sedi universitarie in tutta la città per l’intera durata dell’allerta.
  • Chiusura nella zona del Fereggiano degli esercizi commerciali, artigianali, ricreativi, sportivi e religiosi ubicati in locali interrati, nonché quelli siti allo stesso livello del piano stradale.
  • Sospensione degli eventi all’aperto che comportino affollamenti di persone nelle aree  del torrente Fereggiano e di Sestri Ponente.
  • Sospensione dei mercati bisettimanali all’aperto di via Tortosa, piazza Terralba e via dei Costo.
  • Rimozione forzata dei veicoli in tutti i casi di  sosta vietata che costituiscano pericolo e grave intralcio alla circolazione, in zone Sestri Ponente, Fereggiano e piazzale Adriatico. 
  • Chiusura di tutti i cantieri edili, da parte dei rispettivi direttori lavori, in tutte le zone esondabili e istruzioni alle imprese con cantieri aperti nelle altre aree.
  • Messa in sicurezza dei cassonetti Amiu nelle zone del Fereggiano e di Sestri Ponente.
  • Evacuazione degli alloggi vulnerabili di cui alle ordinanze del sindaco 258/2012, 275/2012, 280/2012.
  • Invito alla limitazione dell’uso dell’auto e della circolazione pedonale nelle aree del Fereggiano e di Sestri Ponente, con raccomandazione a prestare attenzione a eventuali successive comunicazioni per la viabilità.
  • Chiusura di tutti i cimiteri e dei parchi pubblici.
  • Chiusura dei sottopassi pedonali situati nelle aree esondabili.
  • Chiusura dei musei interni ai parchi e del museo di storia naturale Giacomo Doria.
  • Attivazione della tutela della popolazione nomade e di persone senza fissa dimora.
  • Chiusura degli accessi alla scogliera di Nervi, di piazzale Rusca (parte bassa cementata) e  della terrazza sottostante il monumento dei Mille.
  • Attivazione delle Aziende AMT, AMIU e AsTer per fronteggiare gli interventi di emergenza.
  • Chiusura dei seguenti impianti sportivi: palestre di via Cagliari, di via GB D’Albertis e di via Donghi; campo della Ca’ Nova, complesso sportivo Gavette, bocciofila Cà De Riva, impianti ex Corderia, impianto lago Figoi, impianti di via Campanella e di via Don Minzoni, villa Gentile.
  • Sospensione della fiera di San Carlino.

 

WEBCAM SU GENOVA

clicca sull’immagine per vedere le immagini della città in real time

ISPRA, mappa nazionale rischio idrogeologico.

Articoli correlati:

 

PREVISIONI METEO LIGURIA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.