La malaria torna in una Grecia lacerata dalla crisi

Gli enti sanitari globali hanno emesso avvisi ai viaggiatori verso la regione più colpita del sud del paese, con timori che Atene possa essere colpita molto presto.

Pubblicità

I budget di austerità hanno portato a tagli drastici alle strategie comunali di irrorazione di spray antizanzare per combattere le malattie trasmesse dall’insetto, tra cui la malaria.

 

Altre malattie trasmesse dalle zanzare che sono ritornate in Grecia includono il virus del Nilo occidentale.

Le statistiche mostrano che ci sono stati 70 casi di malattie trasmesse da zanzare in Grecia nei primi nove mesi dell’anno.

La grande maggioranza sono state contratte all’estero, ma più del dieci per cento sono state trasmesse all’interno del paese. La malattia è stata registrata in sette regioni del paese.

Gli scienziati hanno avvertito che si tratta di una questione di tempo prima che la malattia si diffonda nella capitale, Atene. Quest’anno solo otto dei 56 distretti intorno ad Atene si sono impegnati nell’irrorazione dello spray antizanzare.

La stretta di bilancio si sta aggravando con il governo greco sotto pressione per trovare altri 11 miliardi di euro, tramite tagli al budget, per assicurarsi il bail-out europeo il mese prossimo.

L’American Centre for disease Control la scorsa settimana ha avvertito i viaggiatori che l’epidemia continua a crescere. I visitatori della regione più colpita, Evrotas, sono stati invitati a prendere la pillola antimalarica.

Johan Giesecke, dell’European Centre for Disease Prevention and Control, ha detto che le malattie dovrebbero essere parte del passato per l’Europa. Ha detto: “È un problema serio”.

Medicins Sans Frontiers (MSF), la carità internazionale, sta offrendo al sud della Grecia il tipo di trattamento che solitamente fornisce all’Africa sub-sahariana.

“Per un paese europeo, lasciare che questo tipo di situazione si sviluppi e non venga controllata è un grande problema”, ha detto Apostolos Veizis, direttore del supporto medico-operativo in Grecia.

“Non puoi correre dietro la malaria. In un paese dell’Unione Europea, non dovremmo correre in emergenza dietro una malattia come questa. Anche in Africa nei paesi con scarse risorse, possiedono un piano nazionale in attuazione. Ciò che io mi aspetto da un paese che è membro dell’EU è almeno questo”.

Circa 16 milioni di turisti visitano la Grecia ogni anno e praticamente nessuno si è occupato delle precauzioni necessarie per prevenire le malattie trasmesse dalle zanzare.

 FONTE: The Telegrph

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.