L’era glaciale IV, al cinema l’apocalisse che avvenne

In principio fu la ghianda. Poi, nulla fu più come prima. A volte ostinarsi a inseguire un sogno può comportare conseguenze catastrofiche. Quelle innescate dalla formidabile performance di Scrat lo scoiattolo cambieranno la storia del pianeta. Arriva oggi nelle sale italiane, distribuito da 20th Century Fox, L’Era Glaciale 4 3D- La deriva dei continenti, nuovo capitolo della saga cartoon campione d’incassi in mezzo mondo (circa 840 milioni di dollari, 159 mila negli Stati Uniti dove è uscito a metà luglio), diretto da Steve Martino e Mike Thurmeier, le avventure della scombiccherata banda composta dai mammuth Manny e Ellie con la figlia Pesca, il bradipo casinista Sid, gli opossum Crash e Eddie, Diego la tigre dai denti a sciabola e da un tot di comprimari. Su tutti si staglia la figura di Scrat, vittima di un’ossessione: la ghianda. E sarà proprio il tentativo di nasconderla sottoterra a provocare una crepa chilometrica che spacca la crosta terrestre dando origine – appunto – alla deriva dei continenti ma pure a tutti i guai dai quali gli attori del film dovranno cavarsi fuori. (clicca QUI per leggere tutto l’articolo su Repubblica.it)

Pubblicità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.