Archivi autore: escansibus

13 dicembre 2012, allineamento Sole Terra Centro della Galassia

Il 13 dicembre 2012 la Terra si troverà il perfetto allineamento con il Sole e il Centro della Galassia. Le ipotesi più catastrofiste afermano che il nostro pianeta non riuscirà a resistere alla somma dell’attrazione gravitazionale del Sole  e del Centro della Galassia, costituito da un enorme Buco Nero. In pratica queste due forze si contenderanno la Terra e gli esiti saranno disastrosi. Qualcuno arriva addirittura ad affermare che il pianeta si squarcerà in due. Altri, più cauti, insistono sul fatto che Sole e Centro della Galassia se la giocheranno a Tressette.

 

Ed è su quest’assurda affermazione che intervengo io, Escansibus, il più grande numerologo degli ultimi cinque minuti, il profeta apocalittico molto apo e poco calittico, il santone cui nessuna banca concederà mai un mutuo.

E’ mia premura tranquillizzare tutti coloro che mi seguono. Durante il loro allineamento con la Terra, Sole e Centro della Galassia non si giocheranno il nostro pianeta a Tressette! E che queste parole risuonino vigorose ai quattro venti affinchè possano essere udite negli angoli più remoti di questo povero mondo.

La mia certezza si basa su un fatto semplice quanto oggettivo. Non bisogna essere un santone laureato per sapere che il Centro della Galassia non sa giocare al Tressette! Sa giocare solo a Scopa e ad Asso Pigliatutto. E’ chiaro che con uno così il Sole, inguaribile biscazziere di professione, nemmeno ci si spreca.

I miei poteri fuori dal comune mi fanno sparare cazz… emh, mi fanno notare che rimane la questione delle forze di gravità che squarceranno il pianeta.

La situazione, in effetti, resta delicata, e alla sua comprensione dedicherò i miei prossimi studi.

 

21.12.2012, la strada dell’Anticristo

Il 21 dicembre 2012 è la data che tutti, dagli apocalittici più convinti agli scettici più irremovibili, aspettano. Tutto sembra partito dalla profezia del calendario Maya, ma questa è stata solo il mezzo più facile e accessibile per far conoscere all’umanità  parte della verità sui terribili momenti che l’aspettano.

La profezia del calendario Maya e tutte le storie ad essa connesse, la più famosa delle quali è l’esistenza del pianeta Nibiru, si sono rivelate utilissime ai pochi custodi della verità che, per diversi motivi, hanno preferito tacere le cazz…emh, le notizie più terribili.

I più attenti avranno già notato come in tutte le divulgazioni relative all’attesa Apocalisse del 21 dicembre 2012 raramente si prende a riferimento il testo apocalittico più noto. Il testo grazie al quale indichiamo con “Apocalisse” quanto dovrà accadere. Mi riferisco all’Apocalisse di Giovanni o, se preferite, al Libro della Rivelazione.

Vi siete mai chiesti perchè pensando al 21 dicembre 2012 si da più credito ad un calendario maya che ad un testo bibblico? Possibile che il calendario di una civiltà scomparsa (che, come fanno notare gli scettici più agguerriti, a dispetto delle capacità di veggenza che la società odierna le riconosce, non è stata in grado di prevedere e prevenire la propria fine) sia preso più in considerazione di un libro sacro tuttora riferimento delle religioni cristiane di tutto il mondo?

Chi ha seguito le mie cazz… emh, rivelazioni su Apocalittici.it possiede già parte della risposta.

Nella mia trilogia numerologica:

ho ampiamente svelato i segreti che si celano nella combinazione di numeri relativa alla data del 21.12.2012.

Tutte le analisi da me effettuate, che  concordano nell’affermare che il 21 dicembre 2012 l’umanità vedrà confermata la profezia della fine e le terribili sciagure che ne conseguiranno, hanno un numero che fa da comun denominatore:

666

Ecco la cazz…emh, ecco cosa vi stanno tacendo i custodi della verità:

il 21 dicembre 2012 è il giorno in cui l’Anticristo, aiutato da un’altra Bestia, metterà il mondo sottosopra e inizierà a seviziare tutto il genere umano.

 

Per preservarvi dall’orrore i “custodi della verità” hanno scelto scientemente di tenervi il più nascosta possibile  la più terribile.

Avrò io operato il giusto rivelandovi ciò che non doveva essere rivelato? Sono profeta e conosco la risposta a questa domanda, voi no. Non siete profeti. Quindi non la conoscete. Ma non è questa la cosa importante, poichè la cosa veramente importante è quanto di nuovo sto per rivelarvi.

Io, Escansibus, profeta bianco che più bianco non si può, santone senza macchia e senza strap, metto al corrente voi, uomini umani e donne umane di Apocalittici.it , di quello che fino ad ora solo a me è stato dato sapere.

Non solo io, anche altri prima di me vi avevano detto che l’Anticristo sarebbe venuto sulla terra a portare pianto e stridore di denti, ma nessuno fino ad ora vi ha mai detto da dove l’immondo sarebbe venuto.

Spetta a me, Escansibus, farmi carico dell’enorme e sovrumano peso della responsabilità di farlo, poichè io e solo io sono  conoscenza della cazz… emh, di quanto sto per rivelarvi.

Il 21 dicembre 2012 l’Anticristo verrà sulla Terra per metterla sottosopra invertendone i poli e provocando catastrofi inimmaginabili, e per farlo ha scelto una strada, la SR 666, ed esattamente il km 4.

Prima eravate a conoscenza di CHI sarebbe arrivato e di QUANDO sarebbe arrivato. Adesso, grazie a me, siete anche a conoscenza dell’ultima grandissima cazz…emh, verità:

DA DOVE ARRIVERA’.


Profezie mai avverate. Lista aggiornata.

In un mio precedente articolo avevo riportato la lista di alcune delle più famose  profezie mai avverate secondo un video pubblicato dalla nota rivista Focus.

Questa è la lista aggiornata:

 

L’arca di Elio Bianco;

–  L’anno 1000;

– Il buco nero del CERN;

 – Le profezie di Nostradamus;

 – L’apocalisse secondo i Testimoni di Geova;

Allineamento Sole Venere Terra del 6 giugno 2012

Posizionamento tra la Terra e il Sole di Nibiru del 27 settembre 2012

 Apocalisse Maya 21 dicembre 2012

11 dicembre 2013 ore 14.15 (11.12.13 h: 14.15)

22 febbraio 2014, Apocalisse Vichinga

22 novembre 2012, Nibiru ci riprova

Dopo aver clamorosamente mancato l’appuntamento del 27 settembre 2012, addirittura facendo circolare notizie di basso gossip circa un presunto innamoramento per Elenin, il pianeta Nibiru torna a far parlare di sè e di un suo catastrofico passaggio il 22 novembre 2012.

Immagine del Portavoce di Nibiru mentre sta per andarsene

Il suo portavoce mi ha dichiarato a microfoni spenti che Nibiru risulterebbe profondamente infastidito,  oltre che dalle voci sulla sua storia con Elenin, soprattutto dal fatto che la NASA nasconde le numerose foto che gli avrebbe scattato Hubble. Alla domanda sul perchè di questo comportamento da parte della NASA il portavoce, sempre a microfono spento, ha risposto secco: “la NASA nasconde le foto di NIBIRU per via della sua storia con Venere“. Non ha aggiunto altro, ha preso una cometa per la coda ed è sparito…

A questo punto non basta essere il più grande numerologo di tutti i tempi, il più grande profeta mediano, e il più grande santone tra i pali… sinceramente io, Escansibus, non ci sto capendo niente.

Non ci resta che aspettare il 22 novembre 2012. Nel frattempo cercherò di capire la questione “NASA Venere Nibiru”. Certo, è plausibile che la NASA voglia difendere Venere da uno scandalo universale, del resto un tocco di pianeta come Venere che se la fa con un teppista violento come Nibiru è sicuramente una notizia che fa scandalo, soprattuto dopo il 6 giugno 2012, quando è stata mondialemte vista in allineamento con il Sole. Ecco, forse ci sono! Che Venere sia l’amante ufficiale del Sole lo sanno tutti, anche quel brocco di Bracco Elestelle. E’ ovvio che il Sole non prenderebbe per niente bene la notizia di una tresca tra Venere e Nibiru. Ed è risaputo che quando il Sole si innervosisce anche solo un pochino somatizza con le esplosioni di massa coronale. Immaginate cosa succederebbe se scoprisse che Venere lo cornifica con Nibiru. Forse la NASA vuole evitare proprio questo.

Ma io sono Escansibus, grande profeta centravanti di sfondamento e sensitivo di fascia, e con i “forse” e con il “dubbio” non vado per niente daccordo. La mia assoluta sincerità e trasparenza vi rende partecipe di questo mio momento difficile. Ma ne verrò fuori e saprò darvi quello che vi ho sempre dato: CERTEZZE.

Articoli correlati:

  • Nibiru (Sitchin) – I Sumeri erano apocalittici?
  • 22 novembre 2012, una strana anomalia al posto di Nibiru
  • Avvistamento di una strana anomalia poco distante dal sistema solare

 

Lettera aperta di Ugo Foscolo a Sergio Marchionne

…ove dorme il furor d'inclite gesta
e sien ministri al vivere civile
l'opulenza e il tremore, inutil pompa
e inaugurate immagini dell'Orco
sorgon cippi e marmorei monumenti.
Già il dotto e il ricco ed il patrizio vulgo,
decoro e mente al bello italo regno,
nelle adulate reggie ha sepoltura
già vivo, e i stemmi unica laude. A noi
morte apparecchi riposato albergo,
ove una volta la fortuna cessi
dalle vendette, e l'amistà raccolga
non di tesori eredità, ma caldi
sensi e di liberal carme l'esempio.
     A egregie cose il forte animo accendono
l'urne de' forti, o Pindemonte; e bella
e santa fanno al peregrin la terra
che le ricetta. Io quando il monumento
vidi ove posa il corpo di quel grande
che temprando lo scettro a' regnatori
gli allòr ne sfronda, ed alle genti svela
di che lagrime grondi e di che sangue;
e l'arca di colui che nuovo Olimpo
alzò in Roma a' Celesti; e di chi vide
sotto l'etereo padiglion rotarsi
piú mondi, e il Sole irradïarli immoto,
onde all'Anglo che tanta ala vi stese
sgombrò primo le vie del firmamento:
– Te beata, gridai, per le felici
aure pregne di vita, e pe' lavacri
che da' suoi gioghi a te versa Apennino!
Lieta dell'aer tuo veste la Luna
di luce limpidissima i tuoi colli
per vendemmia festanti, e le convalli
popolate di case e d'oliveti
mille di fiori al ciel mandano incensi:
e tu prima, Firenze, udivi il carme
che allegrò l'ira al Ghibellin fuggiasco,
e tu i cari parenti e l'idïoma
désti a quel dolce di Calliope labbro
che Amore in Grecia nudo e nudo in Roma
d'un velo candidissimo adornando,
rendea nel grembo a Venere Celeste;
ma piú beata che in un tempio accolte
serbi l'itale glorie, uniche forse
da che le mal vietate Alpi e l'alterna
onnipotenza delle umane sorti
armi e sostanze t' invadeano ed are
e patria e, tranne la memoria, tutto.
Che ove speme di gloria agli animosi
intelletti rifulga ed all'Italia,
quindi trarrem gli auspici. E a questi marmi
venne spesso Vittorio ad ispirarsi.
Irato a' patrii Numi, errava muto
ove Arno è piú deserto, i campi e il cielo
desïoso mirando; e poi che nullo
vivente aspetto gli molcea la cura,
qui posava l'austero; e avea sul volto
il pallor della morte e la speranza.
Con questi grandi abita eterno: e l'ossa
fremono amor di patria. Ah sí! da quella
religïosa pace un Nume parla:
e nutria contro a' Persi in Maratona
ove Atene sacrò tombe a' suoi prodi,
la virtú greca e l'ira. Il navigante
che veleggiò quel mar sotto l'Eubea,
vedea per l'ampia oscurità scintille
balenar d'elmi e di cozzanti brandi,
fumar le pire igneo vapor, corrusche
d'armi ferree vedea larve guerriere
cercar la pugna; e all'orror de' notturni
silenzi si spandea lungo ne' campi
di falangi un tumulto e un suon di tube
e un incalzar di cavalli accorrenti
scalpitanti su gli elmi a' moribondi,
e pianto, ed inni, e delle Parche il canto.
    

 

Il mondo è in pericolo.

La Fine del Mondo è alle porte. Questo gli apocalittici lo sanno e molti tra loro si stanno preparando da tempo all’appuntamento imminente. L’umanità percepisce il pericolo, lo sente. Povera creatura che è l’Uomo, circondato, schiacciato dal mistero. Misteriose sono le sue origini. E altrettanto misteriosa è la sua “fine”. Strana creatura che è l’Uomo. Vittima di se stesso e del suo ingegno che lo glorifica e lo condanna. Misera creatura che è l’Uomo, dominatore assoluto di un pianeta, eppure tanto fragile da poter essere sterminato da cataclismi titanici o da esseri viventi microscopici.

Religione, letteratura e cinematografia hanno condizionato irrimediabilmente la paura ancestrale della Fine del Mondo facendo guardare dalla parte sbagliata. Uomini e Donne di questo Tempo, diffidate di tutto ciò in cui vi hanno fatto credere! Non dall’alto dei cieli o dai profondi abissi, non da meteore o da virus, ma da un laboratorio viene il pericolo per il mondo intero. Un piccolo, insignificante laboratorio di un sobborgo di una città di cui non posso rivelare il nome, dove due esseri repellenti ogni notte tramano la nostra condanna. E di tutto questo io, Escansibus, ho prove inconfutabili…

 

…che qui non esito a mostrarvi.

 

httpv://www.youtube.com/watch?v=lvYifWZLvu8

 

SIETE CONVINTI ADESSO?

Gli apocalittici, i preppers, e un dubbio.

Lo so, sono Escansibus, il più grande numerologo del mondo, profeta per corrispondenza e santone in attesa di impiego…eppure sono attanagliato dali preppers che si preparano ad affrontare la Fine del Mondo hanno fatto scorte di carta igienica? dubbio. Le notti sono insonni da quando non riesco a rispondere a una domanda:

ma i preppers che hanno stipato nei bunker tonnellate e tonnelate di cibo per non farsi trovare impreparati dall’Apocalisse…

[poll id=”7″]

VI PREGO, VOTATE PER AIUTARMI A TROVARE UNA RISPOSTA

Gli UFO su Street View

In Texas e New Messico sul servizio Street View di Google Maps sono stati fotografati due UFO identici. Bisogna ammettere che le immagini hanno qualcosa di spettacolare. Purtroppo, per chi si sta già entusiasmando per la prova definitiva dell’esistenza degli extra terrestri, nella carrellata di immagini che ritraggono l’oggetto volante non identificato è compresa anche quella che ne ritrae uno a livello stradale (foto 14). E ha tutta l’aria di essere un bagliore proveniente dalle lenti della fotocamera.

27 settembre 2012, NIBIRU NON ESISTE.

Il 27 settembre 2012 era previsto il posizionamento di  Nibiru tra la Terra e il Sole. Erano in molti ad aspettarsi un aperitivo di Apocalisse con l’inizio di un periodo di eventi catastrofici di dimesioni planetarie. Il 24 settembre 2012, in attesa dell’evento, ho lanciato un sondaggio sulla questione ponendo una domanda semplicissima:

Secondo voi il 27 settembre Nibiru:

  • Non si posizionerà tra la Terra e il Sole perchè non esiste 
  • Si posizionerà tra la Terra e il Sole provocando terribili catastrofi

Al quesito hanno risposto 36 persone nel seguente modo…

  • Non si posizionerà tra la Terra e il Sole perchè non esiste – 24 voti, pari al 66%
  • Si posizionerà tra la Terra e il Sole provocando terribili catastrofi – 12 voti, pari al 33%

 

Dei 36 partecipanti una persona su tre non crede all’esistenza di Nibiru…

 

Il 27 settembre 2012 i sostenitori delle teorie catastrofiste conseguenziali alla presenza di Nibiru hanno dovuto fare i conti con la realtà: non è successo niente di rilevante a livello mondiale. Su scala nazionale l’unico evento degno di nota è stato il terremoto nel Sannio che non può essere di certo catalogato quale evento catastrofico.

Nemmeno gli attuali incendi in Sicilia e le alluvioni in Spagna possono essere attribuiti al passaggio di Nibiru per motivi banali che, però, vale la pena riportare:

  • sono eventi che si sono verificati con due giorni di ritardo rispetto al presunto posizionamento di Nibiru tra la Terra e il Sole;
  •  tale posizionamento non si è mai verificato poichè non è stata registrata nessuna eclissi sul disco solare (in altre parole, un ogetto che si posiziona tra la terra e il sole avrebbe dovuto generare un cono d’ombra).

Va detto, a onor del vero, che un fenomeno di rilievo il 27 settembre 2012 è stato registrato. Si tratta dell‘escalation della tensione tra Israele e Iran registrata nel corso dell’Assembea Generale delle Nazioni Unite. Mi risulta, però, che nessuna delle teorie catastrofiste relative a Nibiru parli di “influenza sulle coscienze“. Nessuno ha mai sostenuto che Nibiru con il suo passaggio avesse potuto influire sull’arbitrio umano inducendo i potenti a prendere decisioni dagli esiti potenzialmente catastrofici. Ipotesi del genere sono state fatte solo per il 21 dicembre 2012, quando sono in molti a sostenere che l’inizio della nuova era sarà segnata da un cambiamento generale della coscienza di tutta l’umanità. Quanto successo alle Nazioni Unite  non può essere, quind,i ascrivibile a Nibiru.

La conclusione del discorso è semplice. E’ sufficiente dire che quanto (non è) successo il 27 settembre 2012 dimostra, una volta per tutte e inconfutabilmente, che

NIBIRU NON ESISTE E TUTTE LE TAPPE DEL SUO FANTOMATICO VIAGGIO SONO  BAGGIANATE.

(come volevasi dimostrare)

 

 

 

Tutte le tappe di Nibiru e la profezia di Escansibus.

Nibiru, il temuto Pianeta X,  svolazza invisibile e indisturbato esibendosi ed eccellendo  nelle diverse specialità:  allineamento planetario, doppio allineamento planetario, incrocio delle orbite,  interferenza con campi magnetici e, la più spettacolare e pericolosa, “barba al pianeta” (è risaputo che Nibiru ha visto 362 volte Top Gun ed è un fun galattico di Maverick che era solito fare “la barba alla torre”).

Segue il viaggio di Nibiru nel nostro Sistema Solare, tappa per tappa, disciplina per disciplina, catastrofe per catastrofe, così come è riportato in svariati siti, blog, forum, libri e quant’altro. Alla fine troverete tutta la verità su Nibiru e su cosa accadrà e non accadrà…

11 Marzo 2011 = allineamento di Elenin e Nibiru con possibilità di terremoto forte verso questa data.
20 marzo 2011 = Nibiru si avvicina a Marte e interferisce con il campo magnetico di Giove.
28 Giugno 2012 = Nibiru si allontana di Saturno. Incrocia l’orbita di Marte.
3 agosto 2012 = Nibiru incrocia l’orbita della Terra e continua ad accelerare la sua velocità verso il sole.
20 agosto 2012 = Incrocia l’orbita di Venere.
11 settembre 2012 = Al suo punto più vicino al sole, i campi magnetici delle due stelle (Nibiru e Sole)interagiscono e interferiscono. Tutti i pianeti possono subirne le conseguenze.
27 Settembre 2012 = Nibiru è direttamente tra la Terra e il sole. E’ il periodo più critico.
22 Novembre 2012 = Nibiru si allinea con la Terra e il Sole. Un altro periodo di grandi sconvolgimenti.
21 dicembre 2012 = Un’altra allineamento Terra-Giove-Nibiru, e anche Giove con Elenin.
28 dic 2012 = doppio allineamento.
28 giugno 2013 = Nibiru si avvicina a Giove con una traiettoria vicino alla collisione.
5 Agosto 2013 = Il campo magnetico di Nibiru colpisce violentemente Giove.
20 giugno 2013 = Giove dovrebbe finalmente liberarsi del campo magnetico di Nibiru.
3 Settembre 2013 = Nibiru è sulla strada del il sistema solare esterno.
7 gennaio 2018 = Elenin e Nibiru sono ora al di fuori del sistema solare.

 

Io, Escansibus, grande numerologo e profeta part-time (e anche un po’ precario visto che con questa crisi i profeti non se la passano più bene come una volta), ho deciso di rivelarvi la verità su Nibiru:

Nibiru esiste! Solo che è un pianeta che alterna timidezza ed esibizionismo. La timidezza è tutta rivolta al genere umano, e ciò è comprensibile: 6 miliardi di allenatori e tutti ipercritici. L’esibizionismo è tutto rivolto alla bella Elenin, bionda cometa tutta curve di cui è innamorato dall’adolescenza.

Nibiru, sicuro di non essere visto, quando Opportunity, Hubble e altri telescopioni, satelliti, osservatori planetari, e qualche svariato miliardo di persone, si distraggono tutti contemporaneamente (in Italia, ad esempio, questo accade quando gioca la Nazionale o Celentano è ospite a San Remo), si esibisce in tutte quelle pericolose discipline di cui sopra al solo scopo di mettersi in mostra agli occhi dell’avvenente cometina. Non ha la minima intenzione di fare alcun danno.

Non accadrà nulla poichè Nibiru non esis…emh, volevo dire… non è cattivo, è solo innamorato.

 

Articoli correlati:

 

Birra e Coca-Cola resistono all’Apocalisse Nucleare

Operation Teapot,  questo è il nome di una serie di test nucleari (40 esplosioni) condotte tra il febbraio e il maggio del 1955 in una cosiddetta “zona di esclusione” desertica nello stato del Nevada (USA). Da questi test, effettuati per rilevare gli effetti di una pioggia radioattiva sugli esseri umani inseriti in contesti di normale quotidianità, è venuto fuori un risultato sorprendente: «Le bibite analcoliche in commercio e la birra in bottiglia o in lattina sono scampate alla potente onda d’urto persino ad una distanza di soli 390 metri dal centro dell’esplosione». In altre parole i sopravissuti all’inferno nucleare possono tranquillamente dissetarsi con birra e bibite analcoliche.

Immaginiamo gli effetti della notizia sugli “acquisti” dei preppers, gli Apocalittici che si stanno preparando ad affrontare quella che ritengono essere l’imminente Fine del Mondo con lo scopo di sopravvivere. Sugli scaffali dei bunker, che prolificano soprattutto in vista del 21 dicembre 2012, probabilmente lo spazio riservato a birra e bibite in lattine aumenterà considerevolmente.

A questo punto io, Escansibus, il più grande numerologo del mondo e profeta part-time profetizzo: ” Stiano attenti coloro che scamperanno all’Apocalisse poichè dovranno fare i conti con nemici ben più temibili: cirrosi epatica e diabete alimentare“.

Il pensiero di Escansibus è rivolto anche  alla svolta boliviana che in nome di una nuova “Cultura della Vita” ha deciso di mettere al bando la Coca-Cola dal 21 dicembre 2012. A meno che non hanno intenzione di fare test atomici sul Willkaparu e sul  Mocochinchi, fossi in loro… Ma non posso interferire!

La Fine del Mondo c’è già stata il 17 luglio 1994

Non bisogna aspettare il 21 dicembre 2012. Togliete quel ridicolo conto alla rovescia verso l’Apocalisse che conta inutilmente i secondi che mancano ad una data inutile. Io, Escansibus, il più grande numerologo di tutti i tempi, veggente part-time e profeta a tempo perso, vi rivelo la più grande verità mai rivelata fino a questo momento: La Fine del Mondo c’è già stata e noi stiamo vivendo una vita non reale. Il mondo così come lo conosciamo ha smesso di esistere il 17 luglio 1994.

 

Sì avete letto bene. La Fine del Mondo, l’Apocalisse che tutti aspettano, sulla quale è stato sprecato un oceano di inchiostro per scrivere milioni di libri destinati alla spazzatura,  ci ha già travolto il 17 luglio 1994, nell’istante esatto in cui tutto il mondo fu convinto che  Roberto Baggio sbagliò quel rigore.

Ecco, è arrivato il momento in cui vi svelerò quanto è tenuto segreto negli archivi più segreti del mondo: Baggio non sbagliò.

Quel pallone entrò. Ma un Superessere sfondò lo stargate dimensionale proprio in quel preciso istante creando un passaggio che risucchiò tutto l’universo conosciuto. A noi, ignari mortali, rimase solo un barlume di coscienza per vedere il pallone che sembrò deviare magicamente la traiettoria volando sopra la traversa. Quel pallone in realtà entrò.

Fu la potentissima attrazione gravitazionale creata dal passaggio dimensionale del Superessere che creò l‘illusione del rigore sbagliato. Da allora non esistiamo più. Il genere umano è stato tutto risucchiato nella superdimensione e le nostre entità sono mantenute attive in una realtà artificiale creata dal Superessere.  I miei poteri non sono ancora sufficienti a spiegare perchè il Superessere ci mantiene in questo stato. Di una cosa, però sono certo: egli nutre un odio particolare per il popolo italiano che tormenta, di tanto in tanto, riaprendo nella loro memoria  il file del rigore sbagliato.

Fin qui i miei poteri mi concedono di sapere. Per ora.

Aniene, il Deo che ci salverà dall’Apocalisse

Aniene è il Deo forgiato dalla Spada Marrone che proviene da un universo più grosso. E’ stato  mandato dal Padre, il Grande Deo,  sulla Terra per vegliare sull’umanità che soffre quello che è in definitiva un momento di crisi. Gli apocalittici eventi che l’umanità dovrà affrontare non sembrano più così terribili poichè il Deo Aniene, con in mano il martello che non serve certo per scaccià i chiodi, la  instraderà sulla strada. Anche se nel cuore dei mortali albergano i sentimenti più bassi come la paura, la viltà e la bugiardia, Aniene userà i poteri del Tuono che il Padre gli ha dato, per far risplendere in loro la scintilla divina. Quando la quinta luna si sarà messa per così Aniene agirà! E se arriva Niburu je da ‘na martellata!  httpv://www.youtube.com/watch?v=dr_BfnjMMhI

 

27 settembre 2012, Nibiru è l’aperitivo apocalittico.

Immaginando l’Apocalisse come una cena il primo sarà sicuramente servito il 21 dicembre 2012, con piatto a sorpresa. Ad esso farà certamente da antipasto l’allineamento Sole Terra Centro della Galassia del 13 dicembre 2012, e continuando a ritroso l’aperitivo, che non può assolutamente mancare, deve per forza di cose essere rappresentato dal posizionamento di Nibiru tra la Terra e il Sole previsto per il 27 settembre 2012. Secondo, frutta e dessert sononibiru aperitivo menù apocalittico ancora da definire. Ci affidiamo fiduciosi alla fantasia dello chef. Gli apocalittici sono tutti invitati alla cena che si preannuncia sontuosa. “Si avvisa la gentile clientela che la direzione esclude ogni sua diretta responsabilità se saranno serviti piatti vuoti“.

Gli zombie esistono veramente… tra gli insetti.

Insetti Zombie, o se preferite zombinsetti. Non è uno scherzo, la loro esistenza è ampiamente documentata, e studiata. Quello che vedete è un grillo preda dei funghi killer brasiliani scoperti dall’entemologo David Hughes che causano lo strano fenomeno. Ma i funghi killer non sono l’unica causa…

 

27 settembre 2012, Nibiru tra la Terra e il Sole?

Nibiru il 27 settembre 2012 si posizionerà tra la Terra e il Sole. Siamo agli sgoccioli. Il pianeta, dopo aver incrociato le orbite di vari pianeti del Sistema solare,  sta ora  puntando la Terra come il pallino bianco del biliardo punta l’ultima palla da mandare in buca (la uno o la quindici, dipende a che cosa si gioca…).  A dire il vero sono diverse le posizione degli “insigni studiosi” di Nibiru. Per il 21 dicembre 2012 c’è chi afferma che  impatterà la Terra, e  c’è chi sostiene la tesi dell’allineamento Terra Giove Nibiru che avrà conseguenze apocalittiche per il nostro pianeta.  E’ chiaro che le acque di questo “pozzo di scienza” sono agitate. Non ho mai avuto pazienza e aspettare non mi  è mai piaciuto, quindi…

… per vedere chi ha ragione ho effettuato una veloce analisi numerologica sulla data 27.09.2012, ma i rusultati sono stati deludenti. La combinazione di numeri che ne è derivata scalpitava e scalciava come una cavalla imbizzarrita, indomabile. Per farla breve non ne ho cavato un ragno dal buco. Capita anche ai più grandi, ma la grandezza sta anche nell’ammettere le proprie sconfitte. Deluso da questo buco nell’acqua mi son detto: “Va bene Niburu, hai saputo resistere alle mie arti e ai miei poteri, ma stavolta dove non arriva l’occulto arriverà certo la scienza, e la scienza si chiama Hubble. Se sei nel Sistema Solare non sfuggirai al supertelescopio guardone! Con un cannocchialetto abbiamo visto una meteoruccia di qualche decina di metri impattare su Giove, figuriamoci se non vediamo un bel pianetone come te con il supertelescopione!

E’ crogiolandomi in questa beata certezza che ho preso a consultare una serie di siti ufficiali: la NASA, Hubble, Science, Nature e, visto che mi ci trovavo, La Gazzetta dello Sport. Ma di Nibiru niente, nisba, nada. Insomma, la scienza ha coinciso con l’occulto.

 

La profezia di Cicciottella

Dopo la Profezia di Topolino il mondo del web si prepari ad impazzire di nuovo, adesso tocca alla Profezia di Cicciottella.

httpv://www.youtube.com/watch?v=4Ovg8gGm5Y4

La canzone, del 1979 con testo di Lauzi – Caruso – Baudo e cantata da Loretta Goggi, faceva da sigla a Fantastico Bis. Riascoltandola i nati negli anni 70 si lasceranno trasportare dalle note in ricordi da televisione in bianco e nero profumati di astuccio con matite e pennarelli colorati (la trasmissione andava in onda nel periodo autunnale, nel pieno della ripresa dell’anno scolastico).

Qui di seguito troverete il testo della canzone. La Profezia di Cicciottella è scritta nelle e, soprattutto, tra le righe. Se non riuscite a trovarla potete sempre chiedere a Pippo Baudo.

Cicciottella e’ una bambina fatta a forma di bignè
I capelli son di zucchero filato
Ha le braccia di candito, beve solo Malvasia
Ma consuma per mangiare tutta quanta l’energia
Cicciottella stai attenta perché un giorno finirà
Ma la furba bambina il rimedio ha trovato di già

Ci ho pensato su, non consumo più, A – E – I – O – U

Prendo per la coda l’arcobaleno, diventa un treno
Che la Terra lascerà, su nel cielo volerà
Ti farà girare il mondo senza l’elettricità

 

Ci ho pensato su, non consumo più, A – E – I – O – U
Prendo per la coda l’arcobaleno, diventa un treno
Che la Terra lascerà, su nel cielo volerà
Ti farà girare il mondo senza l’elettricità

Cicciottella e’ una bambina fatta a forma di bignè
Che non vuol diventare un grissino più magro di te, TIE’!

Cicciottella ha esagerato, si è mangiata l’energia
Non ne ha più per cucinar la pastasciutta
Per scaldarsi il caffelatte deve scender nella via
E rubare raggi al Sole con un po’ di fantasia
“Hai bevuto anche il petrolio”, dice lo sceriffo Ali,
“mentre avevi un bell’olio d’oliva per fare il supplì!”

Ci ho pensato su, non consumo più, A – E – I – O – U
Metto qualche lucciola in un bicchiere, stai a vedere
Quanta luce ci sarà, la tua casa brillerà
Come un faro nella notte sopra tutta la città

Ci ho pensato su, non consumo più, A – E – I – O – U
Se non hai carbone per riscaldarti non arrabbiarti
Metti un poco di allegria, la tua mano nella mia
Basta il nostro batticuore come fonte di calore
E vedrai che il nostro amore tutto il freddo porta via

 

Cicciottella e’ una bambina fatta a forma di bignè
Che non vuol diventare un grissino più magro di te, TIE’!

 

 

Energia eolica per fermare il Doomsday Clock

Ciminiere e torri di raffreddamento sono il simbolo della produzione energetica inefficiente e dannosa. Inquinamento e riscaldamento globale spingono pericolosamente avanti le lancette del Doomsday Clock. Problemi cui è, ancora, possibile far fronte. E’ dimostrato  che con l’uso di impianti eolici uniformemente distribuiti sul territorio globale, utilizzando le attuali tecnologie,  si riuscirebbe tranquillamente a soddisfare, superandola abbondantemente, la domanda mondiale di energia. Risultato eccezionale cui andrebbero aggiunte le interessanti conseguenze estetiche dimostrate dal divertente video.

httpv://www.youtube.com/watch?v=QJxpKHH48Lw

 

Messaggio subliminale in una canzone rivela cosa succederà il 21 dicembre 2012

E’ tornata la mitica Coppa Rimetti. Chi non sapesse di cosa sto parlando chieda al primo coniglio ruggente che incontra. Nella prima agguerritissima  manche trionfa Severino Verardi con Libero (Poetica essenziale).

Ci dispiace caro Salvatore, qui siamo ad Apocalittici ed io, Escansibus, sono il più grande numerologo del mondo,  e sublimanologo pure. Mica pizza e fichi. Ho impiegato 23 secondi netti  per scoprire il messaggio subliminale nascosto nella canzone. Invito gli scettici, soprattutto quelli che stanno sghignazzando, ad ascoltare la canzone al contrario. Ebbene sì, ascoltata al contrario Libero (Poetica essenziale) di Severino Verardi rivela al Mondo cosa succederà  il 21 dicembre 2012. Altro che profezia del calendario maya! Gli apocalittici e i curiosi sono, però, avvisati: conoscere la verità potrebbe essere meno piacevole dell’ascolto…

httpv://www.youtube.com/watch?v=npilDS42s0M

 

 

 

Gli apocalittici si interrogano sulle lacrime della nuova Miss Italia

Gli Apocalittici, ma anche gli Integrati, tutti entusiasti per l’elezione di Giusy Buscemi quale nuova Miss Italia 2012, sono stati sinceramente colpiti dalle copiose lacrime che hanno solcato le gote della nuova reginetta della bellezza italiana. Preoccupati si sono chiesti:

 

[poll id=”4″]

21 dicembre 2012, incubo di una notte di mezzo inverno

Per chi non avesse mai letto, o visto, Sogno di una notte di mezza estate basti sapere che alla fine della commedia Puck, un folletto dispettoso, entra in scena avvisando il pubblico che, se lo spettacolo non dovesse esser stato di suo gradimento, può far finta di aver dormito, poichè non si è trattato nient’altro che di un sogno. Bacco scalda questo secondo fine settimana settembrino e mancano poco più di 100 giorni al 21 dicembre 2012, la giornata in cui gli apocalittici del pianeta aspetteranno con ansia che si alzi il sipario sull’Apocalisse. Sappiamo anche l’ora esatta dell’inizio dello spettacolo, le 11.11 ora di Greenwich.

Da autoeletto numerologo più grande di tutti i tempi non posso fare a meno di notare che sommamdo le cifre della fatidica ora x, 11.11, otteniamo il numero 4. Ma rimandiamo ad un altro momento l’analisi numerologica che state bramando… e torniamo all’inizio dello spettacolo apocalittico.

Alle 11.11 ora di Greenwich esatte e spaccate si alzerà il sipario sullo spettacolo più spettacolare di tutti i tempi. Già immagino la fremente attesa di apocalittici, preppers, profeti, maghi, santoni, di quelli che “non è vero, ma ci credo” e di quelli che “non ci credo, ma è vero“….

Nella mia immaginazione, che inizia ad assomigliare ad una profezia:

  • scattano le 11.12: l’allineamento Sole Terra Centro della Galassia è perfetto, ma non succede niente;
  • ecco le 11.13: milioni di nasi puntati su nel cielo iniziano ad abbassarsi. Allo stesso modo, milioni di nasi che aspettavano l’evento apparire dalle viscere della terra iniziano ad alzarsi;
  • sono le 11.14: milioni di nasi puntano nelle infinite direzioni senza meta, senza sapere dove cercare.
  • scattano le 11.15: inizia a circolare il sospetto che forse a Greenwich non hanno un orologio tanto preciso come dicono;
  • arrivano le 11.16, impietose:  l’etere è invasa dai primi sms “qui non è ancora successo niente“.
  • sono le 11.17: in Italia qualcuno che mi ha letto si convince che io, il più grande numerologo di tutti i tempi, non capisco niente perchè è 17 il numero della disgrazia quindi, per forza di cose, devono essere  le 11.17 l’ora esatta dell’Apocalisse e si mette la testa tra le mani mentre grida si salvi chi può…;
  • ma arrivano le 11.18: nei social network più in voga circola la nuova verità, l’Apocalisse avverrà entro la mezzanotte.

L’Apocalisse arriverà entro la mezzanotte. Non poteva essere altrimenti. E tutti si convinceranno quasi rispondendo ad un automatismo naturale che l’Apocalisse arriverà a mezzanotte del 21 dicembre 2012.

La nuova certezza romperà, però, tutti i sincronismi. Gli orologi, prima tutti regolati sull’ora di Greenwich, torneranno al proprio fuso. Così ci saranno tante mezzanotti e ogni fuso orario di questo mondo che deve finire avrà la sua meritata vigilia. Ogni apocalittico di ogni nazione  potrà prepararsi a vivere il suo incubo di una notte di mezzo inverno.

Non chiedete troppo alla mia veggenza, non posso sapere come milioni di persone decideranno di passare la vigilia dell’apocalisse, ma posso sapere cosa accadrà negli ultimi minuti del lungo computo del calendario maya:

  • sono le 23.58 in Italia: ci sono già state un po’ di mezzanotti sparse per il mondo e non è successo niente. Ovvio che la mezzanotte giusta è quella italiana. Alcuni nasi puntano in su, alcuni in giù, altri altrove. Non è chiaro da dove, ma l’Apocalisse arriverà;
  • le 23.59: qualcuno ha visto qualcosa. Anche qualcun’altro. Qualcun altro ancora dice che in Francia è crollata la Tour Eiffel. Qualcun altro dice che non è vero e che, invece, ha letto un tweet che dice che è  crollato il Colosseo a Roma come dice la famosa profezia. Qualcun altro legge lo stesso tweet e retweetta che è impossibile perchè lui ha davanti agli occhi proprio il Colosseo e che, anche se un po’ acciaccato dal tempo e dallo smog, è ancora in piedi e fa la sua porca figura…
  • mentre tutti sono impegnati a comunicarsi, in un modo o nell’altro, quello che non sta succedendo, nonostante i vari conti alla rovescia, in molti non si accorgono che la mezzanotte è passata da 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16,17, 18 (e anche questo 17 ce lo siamo tolto dai cogl…), 19, 20, 21, 22, 23…….

Albeggia il 22 dicembre 2012, l’incubo di una notte di mezzo inverno è ormai alle spalle, e il sole splende ancora sulle sciagure umane. Soprattutto su quelle di un Roberto Giacobbo che non riesce a darsi pace e che ripete a se stesso: “Io l’avevo detto che non sarebbe successo niente, l’avevo detto, l’avevo dettooooooooo…..“.

Il sole si alza dall’orizzonte e inizia a calare il sipario su quella che non è stata l’ultima notte mentre Puck sussurra ad un Roberto Giacobbo sempre più disperato:

Se noi ombre vi siamo dispiaciuti, immaginate come se veduti ci aveste in sogno, e come una visione di fantasia la nostra apparizione“.

 

Articoli correlati:

Dopo il Giudizio Universale che fine faranno i libri scritti dai “cattivi”?

Prendiamo per buona la versione apocalittica del Giudizio Universale: i buoni vivranno la vita eterna e i cattivi scompariranno per sempre nelle tenebre. Che ne sarà dei libri scritti dai cattivi? Quale sarà la sorte del lascito culturale, in termini di libri, musica, quadri, film…, di coloro che saranno epurati in quanto giudicati definitivamente “MALE”? Tutto scomparirà nel nulla come se non fosse mai esistito o la gaudente  parte buona dell’umanità si farà carico di scenografici falò, come tante volte ha già fatto nel corso della sua storia? Non so se qualcuno potrà o vorrà mai rispondere a queste domande, anche perchè so che hanno poco senso. So solo che in questo momento l’immagine più apocalittica e meno accettabile che mi viene in mente è quella di un qualsiasi libro che sparisce nel nulla o, peggio ancora, che brucia.

 

 

Prima dell’Apocalisse in Italia si farà sesso a tavola

GFK-Emer ha condotto  un sondaggio  in 16 Paesi europei, su un campione di 4903 intervistati,  per National Geographic Channel, realizzato in occasione del lancio della serie “Gli apocalittici“, in onda sul canale 403 di Sky dal 24 settembre. Fra gli altri risultati. è venuto fuori, che se mancasse un anno all’Apocalisse in Italia il 44.2% degli uomini si dedicherebbe al sesso mentre il 17.7 % delle donne penserebbe a mangiare. Fatti due rapidi conti,  approssimando a dritta e a manca, vien fuori  che saranno davvero in molti gli italiani che nell’imminenza dell’ultimo giorno saranno costretti a fare sesso a tavola. Coloro che si abbandoneranno ad orge dionisiache nelle cucine dovranno, però, ben sperare che non abbiano ragione i cattolici poichè, considerando che gola e lussuria sono due peccati capitali, rischiano di non  presentarsi nel migliore dei modi al banco degli imputati del Giudizio Universale.

Il 21.12.2012 ci sarà la Fine del Mondo. Ma a che ora?

Le vacanze sono finite. Aria ciclonica scende dall’Europa settentrionale battezzata con chissà quale nome. Nonostante fatico a capire questa nuova moda meteorologica sono costretto ad ammettere che in questo momento mi sto chiedendo se questa ondata di aria fresca si chiama Penelope o chissà come. Comunque, dopo le canicole che hanno reso insopportabile il pur minimo avvicinamento al pc, l’aria fresca concilia l’intenzione di rimettere mano a quello che ormai considero il mio blog. Apro Apocalittici e noto senza sorpresa che il  caro amministratore mi ha anticipato con palate di “21 dicembre 2012“. Ok, va bene, è chiaro! Il 21 dicembre 2012 per il nostro blog è la data cruciale. Non potrebbe essere altrimenti. Ma anche quel giorno dovrò fare i conti con la mia pigrizia e, sinceramente, non mi ci vedo incollato al pc ad aspettare che succeda o non succeda quello che molti aspettano, temono, ignorano o sperano. Quindi la domanda mi è salita al cervello con passo felpato: A CHE ORA?

A che ora del 21 dicembre 2012 si scatenerà l’Apocalisse? A che ora angeli e demoni hanno messo la sveglia per recarsi sul posto di lavoro nel giorno più importante per le loro aziende? A che ora gli alieni hanno previsto lo sbarco sicuri che il solito sciopero delle compagnie di dischi volanti non faccia saltare ogni programma? A che ora Nibiru impatterà il nostro pianeta?

Queste ed altre domande hanno continuato ad affluire disordinate negli interstizi della mia corteccia cerebrale soffocando quella originale che di tutte quelle che l’hanno seguita ha continuato a costituire il comun denominatore: A CHE ORA?

Ho fatto quello che farebbe chiunque in questi casi: ho smanettato sui più blasonati motori di ricerca e fra migliaia di risultati ne ho scelto uno. A colpirmi più che il risultato è stato il nome del sito che lo ha fornito. Un blog per l’esattezza. Pasquale Caterisano Blog.

Adesso che il nostro Pasquale Caterisano sia a conoscenza di quello che, per definizione bibblica, nessuno conosce ha fatto affiorare un’altra urgentissima domanda: chi è Pasquale Caterisano? La mia curiosità è stata “fortunatamente” soddisfatta dalle informazioni biografiche presenti nel suo blog. Preso atto delle referenze e soddisfatto dall’indubbio rigore scientifico con cui ha affrontato l’argomento (con tanto di citazione dell’autorevole fonte www.memphis75.com)  ho deciso di attingere a piene e fiduciose mani alla sua conoscenza. Adesso io, come Pasquale, conosco L’ORA DELL’APOCALISSE.

Colui che “dice la sua spesso e volentieri…” ha pubblicato che “il 21 dicembre 2012 alle ore 11:11, ora universale (momento che viene indicato come Punto Zero), il nostro Sole e il nostro pianeta saranno in allineamento perfetto con il centro galattico“.

IL 21 DICEMBRE 2012 ALLE ORE 11.11 ORA UNIVERSALE  (ora di Greenwich)!

Dalle ore 11.12 del 21 dicembre 2012 sarà la Fine del Mondo:

  • raggi gamma provenienti dal centro della galassia;
  •  riprogrammazione del DNA;
  • severe condizioni  climatiche;
  •  terremoti, maremoti, uragani ed attività vulcanica;
  • lampi solari di potenza senza precedenti;
  • inattese piogge di meteore;
  • spostamento geografico dei poli;
  • il Sole sorgerà dall’altro lato;
  • ….

Tutto questo non deve farci trascurare un’altra data fondamentale riportata nell’articolo: il 13 dicembre 2012, quando è prevista la comparsa della nuova luna generata dai raggi di elettroni cosmici provenienti dal centro della galassia.

Mettendo da parte ipocrite modestie, sono perfettamente a conoscenza di essere considerato il più grande numerologo di tutti i tempi, e come tale ringrazio Pasquale Caterisano per avermi fornito queste cazz…emh, quelli che posso definire dati fondamentali grazie ai quali potrò affinare i miei studi sull’apocalittico momento i cui risultati non tarderò a pubblicare.

httpv://www.youtube.com/watch?v=_eyFiClAzq8

 

Articoli correlati:

5 milioni di dollari a un filosofo per studiare l’immortalità.

La Fondazione Templeton, fondazione filantropica di tendenza conservatrice sospettata di voler negare le teorie darwiniste, ha finanziato con 5 milioni di dollari il professore di filosofia all’Università di California-Riverside,  Martin Fischer, per un programma triennale dedicato allo studio sull’immortalità.

Le domande cui la fondazione intende rispondere servendosi del filosofo più pagato di tutti i tempi sono di quelle che nessuno di noi poveri mortali si sarebbe mai fatto, soprattutto in considerazione del prezzo da sborsare per avere le risposte, sono le seguenti:

  • se e in quale forma le persone sopravvivono, o possono sopravvivere, alla morte del corpo;
  • quanto credere nell’immortalità influenza il carattere, gli atteggiamenti e le credenze di uomini e donne;
  •  perché la gente è portata a credere a una vita ultraterrena; se è o meno irrazionale desiderare l’immortalità.

Il filosofo non si scompone e, stranamente, si dichiara “convinto della bontà del progetto” e questa bontà la dimostra in un’affermazione la cui profondità lascia già intravedere nel prossimo futuro i più alti riconoscimenti del mondo accademico:

“Le persone hanno pensato all’immortalità nel corso di tutta la storia, abbiamo un bisogno innato di sapere cosa ci succederà dopo la morte. Un dibattito che va avanti da secoli e che ha riguardato soprattutto la letteratura, in particolare la fantasy, ed ovviamente la teologia in termini di aldilà, paradiso, purgatorio o karma. Nessuno ha ancora offerto uno sguardo complessivo al tema che metta insieme scienza, teologia e filosofia“.

Cari lettori scusatemi, ma non posso esimermi dal commentare frase per frase questa dichiarazione pagata a peso d’oro:

Le persone hanno pensato all’immortalità nel corso di tutta la storia (davvero? e chi l’avrebbe mai detto!);

abbiamo un bisogno innato di sapere cosa ci succederà dopo la morte (signori, questa è genialità allo stato puro. Questa è “rivelazione” autentica);

Un dibattito che va avanti da secoli e che ha riguardato soprattutto la letteratura, in particolare la fantasy, ed ovviamente la teologia in termini di aldilà, paradiso, purgatorio o karma (questo passaggio rende evidente quanto sono ben spesi questi 5 milioncini! Un’affermazione del genere richiede qualità fuori dal comune. E’ il frutto di conoscenze che non si acquisiscono solo con lo studio, ma richiedono il dono dell’intuizione, la scintilla del genio. Dire che il dibattito sull’immortalità ha riguardato “soprattutto la letteratura fantasy” e addirittura la teologia è la chiara prova di un coraggio intellettuale che non può che lasciare a bocca aperta);

Nessuno ha ancora offerto uno sguardo complessivo al tema che metta insieme scienza, teologia e filosofia (…ma non è un grandissimo. E adesso non vi azzardate a replicare con spiccia filosofia da liceo citando questo o quell’altro filosofuncolo. Qui si mette insieme sicenza, teologia e filosofia mica pizza e fichi!).

Nell’intervista a Washington Post il nostro ispiratissimo filosofo ci ha tenuto a precisare che:

nella ricerca non c’è niente di esoterico, ma che il suo principale interesse riguarda la longevità dell’essere umano e i progressi della scienza medica che rendono inevitabili alcune domande: cosa succederebbe se potessimo vivere per sempre? Che ruolo giocano la morte e il nostro concetto di mortalità durante la nostra vita? Per come è strutturato il nostro cervello è naturale credere nell’aldilà? Perché si vuole credere nell’inferno e nel paradiso e quanto questo incide sulla nostra fede? (da Repubblica.it)

Stia tranquillo chi si sta chiedendo come sarà data risposta a queste domande. E’ l’uovo di colombo. Studiando le esperienze della “quasi morte” (ma è chiaro!) di gente che, uscita dal coma, ha raccontato quell’esperienza. Ad esempio per gli americani spesso coincide con la visione di un tunnel alla cui fine si intravede un bagliore, mentre per i giapponesi è ricorrente la visione del giardino fiorito. Chissà cosa vedranno i nepalesi, i francesi, i kazaki, gli abitanti dell’isola di Pasqua… se ve lo state chiedendo tranquilli, a breve avrete queste e altre risposte sia nelle “due grandi conferenze internazionali” che saranno organizzate nel corso della ricerca, sia nel sito web in costruzione nel quale potrete seguire in real-time ogni progresso degli studi.

Mi sento di lanciare un messaggio a quelli della Templeton Foundation, una volta scoperti tutti i segreti della vita eterna, se dovesse servirvi altro…che so…uno studio sull’Apocalisse, una ricerca sulle pentole d’oro alla fine degli arcobaleni o, necessarissima, sul topino che mette il soldino al posto del dentino sotto il cuscino io, Escansibus, sono a vostra completa disposizione e, a differenza del professor Fischer, la cui cultura ed autorevolezza non metto affatto in discussione, costo molto, molto meno. Potrei accontentarmi anche delle bollette di acqua, luce e telefono pagate per tre anni, e se dovesse scapparci anche un rimborso benzina va a finire che riesco a farvi parlare con Darwin in persona non prima di averci messo una buona parola per fargli rettificare quel paio di teorie che vi danno tanto fastidio. Tranquilli, male che va può sempre dire di essere stato frainteso. Ultimamente va molto di moda.