Archivio mensile:luglio 2012

Apocalyptica, Nothing Else Matters

Struggente, suggestiva, incantevole, estasiante… è la cover degli Apocalyptica di uno dei brani più belli di sempre, Nothing Else Matters dei Metallica.

Gli archi dell’apocalisse ci elevano per farci godere l’ultimo spettacolo dall’alto.

httpv://www.youtube.com/watch?v=i3LHLPr9W_E&feature=related

Una casa galleggiante solare sul Tamigi, farà risparmiare una tonnellata di Co2

Pannelli solari casa galleggiante

Una casa galleggiante sul Tamigi, totalmente autonoma nella produzione di energia grazie aai pannelli fotovoltaici utile per noi apocalittici che ci aspettiamo condizioni di vita peggiori dopo l’avvento. La “house-boat”  ospiterà la Danimarca durante le Olimpiadi di Londra 2012, una imbarcazione che farà risparmiare circa una tonnellata di Co2 di inquinamento.

Il linea con lo spirito ecologico di Londra 2012, questa sarà una delle abitazioni più ecosostenibili, dotata di pannelli fotovoltaici e realizzata in collaborazione con alcuni designer impegnati nello sviluppo di progetti urbani ecosostenibili. Otto i moduli solari Panasonic Hit H250 installati sul tetto permettono di avere un’energia annuale prodotta dalla casa galleggiante è pari a 1670 kWh, completamente sufficiente per rendere autonoma una famiglia, consentendo di risparmiare fonti tradizionali che produrrebbero una tonnellata di emissioni di Co2 nell’arco di un anno.

L’house-boat è pronta a ospitare “Casa Danimarca”, e per una nazione la cui capitale è stata appena eletta ”la città più verde d’Europa”, non poteva esserci sistemazione migliore. Questo è il primo passo di un progetto molto più grande, che dovrebbe precedere il lancio di ulteriori case galleggianti ancora più tecnologiche.

Scoperto pianeta simile alla terra….

….fuga dall’apocalisse?

Recentissima scoperta quella del pianeta UCF-1.01 definito “Earth-like” ossia simile al nostro pianeta terra. Si tratta del pianeta piu’ piccolo finora scoperto all’esterno del nostro sistema solare.

UCF 1.01

Pianeta simile alla terra

Un gruppo di ricerca statunitense, della University of Central Florida (UCF) grazie alle immagini del telescopio spaziale Spitzer, nei prossimi giorni pubblicherà notizie sulla loro scoperta sulla rivista The Astrophysical Journal, descrivendo dettagliatamente lo studio compiuto.

In realtà non ci sono grossi entusiasmi perché benché venga definito molto simile alla terra pare abbia temperature in superficie di circa 600 gradi Celsius, un’atmosfera pressoché inesistente e la durata del suo anno intorno al suo sole pari a 1,4 giorni terrestri. Ovviamente con queste condizioni non non e’ pensabile la colonizzazione umana ma potrebbe essere piu’ facile di quanto sembra, soprattutto in considerazione del fatto che si trova a “soli” 33 anni luce dal nostro pianeta. Che sia possibile sfuggire all’apocalisse?

Roberto Vacca e il riscaldamento globale.

Bene ha fatto lo Staff di Apocalittici a lanciare il suo sasso del dubbio nelle calme acque della certezza. Provo a seguire l’esempio lanciando il macigno delle posizioni al riguardo di Roberto Vacca, autorevole ingegnere e professore universitario, secondo cui il mondo trema per le paure sbagliate: “la gente ha paura delle cose sbagliate che non sono rischiose e non hanno paura delle cose veramente pericolose. Oggi la paura è che bruciamo troppa benzina, bruciamo troppo carbone, si scalda l’atmosfera, si sciolgono i ghiacci e andiamo tutti sott’acqua. E’ una balla. Non è così”. Scoprite perchè guardando il video.

httpv://www.youtube.com/watch?v=rc4WG3ddrHo

 

Riscaldamento Globale. Lanciamo il sasso del dubbio sulle cause.

L’allarme “riscaldamento globale” è generale. La riduzione dei ghiacciai è un fenomeno ampiamente documentato. Sulle cause che lo generano la maggioranza della comunità scientifica non ha dubbi: principali responsabili sono le attività umane che rilasciano nell’atmosfera enormi quantità di CO2. Nonostante ciò ad Apocalittici non ci adagiamo sulle “certezze”. Propulsori principali del nostro Blog sono il dubbio e la curiosità. Per questo motivo proviamo a gettare un sasso fatto di semplice ragionamento nelle acque chete della certezza.

Molto risalto è stato dato dai media, e anche dal nostro blog, al distaccamento del gigantesco iceberg in Groenlandia la quale  è  chiamata nella lingua locale Kalaallit Nunaat, ossia “Terra degli uomini“. Il nome odierno deriva, invece, dal danese Grønland, ossia “Terra verde“.

Da ciò può venir facile supporre che l’isola più grande del mondo fosse abitata, e di conseguenza relativamente “ospitale“,  molto prima della sua scoperta da parte degli europei che quando l’hanno scoperta, presumibilmente intorno all’anno 1000, hanno trovato una “Terra Verde”. Se così fosse dall’anno 1000 in poi l’isola sarebbe stata evidentemente vittima di un “raffreddamento globale” sicuramente non imputabile ad alcun intervento dell’uomo sull’ecosistema. Stando così le cose si potrebbe addirittura arrivare ad affermare che riscaldamento e  raffreddamento mondiale dipenderebbero ben poco dalle attività umane ma da altri fattori di origine naturale?

E’ doveroso avvisare che il ragionamento si regge sull’etimologia del nome, fra l’altro fortemente controversa e tuttora oggetto di studi ed approfondimenti, e pertanto risulta essere zoppo in partenza. L’intenzione rimane, però, esclusivamente quella di lanciare il sasso del dubbio. Certo, il sasso è piccolo e leggero, ma non si sa mai. Che le acque si siano smosse?

Alla prima di “The Dark Knight Rises” un folle scatena l’apocalisse. Continua la Maledizione di Batman.

Segue la notizia pubblicata da Repubblica.it. Dopo l’incidente di Morgan Freeman, l’arresto del protagonista Christian Bale per violenza domestica e la morte di Heat Ledger, un’altra incredibile sciagura si abbatte sulla trilogia di Christopher Nolan dedicata al gotico pipistrello di Gotham City gettando copiosa benzina sull’incendio della Maledizione di Batman.

DENVER – Dieci persone sarebbero rimaste uccise e numerose altre ferite, alcune in maniera grave, a Denver, in Colorado, in seguito a una sparatoria scatenata all’esterno di un cinema, il Century 16 Movie Theaters, nel quale veniva proiettata la prima del film ‘The Dark Knight Rises’, l’ultimo episodio della serie dedicata a Batman.  Secondo la stampa locale, che cita fonti sanitarie, l’ospedale Swedish Medical Center sarebbe già stato allertato dalla polizia sul possibile arrivo di almeno 20 pazienti. Secondo alcune testimonianze che cominciano a girare sui social network, l’autore della strage indossava una maschera antigas e prima di scatenare l’inferno avrebbe lanciato alcuni candelotti fumogeni.

 

The Walking Dead

Lo ammetto. Sono un’appassionata della serie tv che ho scoperto prima del fumetto. Adesso sono un’appassionata soprattutto del fumetto. La presentazione che segue proviene da un sito  dedicato a questa avvincente saga dove è possibile trovare molto materiale al riguardo che, per chi volesse iniziarsi alla lettura,  fornisce ottimi riassunti dei 15 albi pubblicati in Italia.

The Walking Dead è una serie horror a fumetti pubblicata dalla Image Comics a partire dall’ottobre 2003, creata da Robert Kirkman ed illustrata da Tony Moore per i primi 6 numeri e da Charlie Adlard per i successivi. Tratta delle vicissitudini di un gruppo di persone che cercano di salvarsi da un’invasione di zombie.
In Italia non sono stati pubblicati i singoli albi mensili. SaldaPress ha iniziato a tradurre e proporre dal 2005 i volumi antologici americani, ciascuno dei quali raccoglie sei albi singoli.
La pubblicazione dell’opera di Kirkman continua tuttora: ad oggi sono stati editi 90 albi, mentre l’edizione in volume è arrivata al quindicesimo numero (al decimo in Italia).

La droga del cannibale

Potrebbe essere arrivata anche a Genova la “droga del cannibale“, sostanza sintetica diffusa negli Usa, capace di far perdere il controllo fino ad attaccare e addirittura mangiare la carne degli esseri umani. Secondo quanto ricostruito dalla polizia, un genovese di 26 anni, dopo aver assunto la sostanza, avrebbe morso, quasi fino a staccarle il labbro, la fidanzata, una ragazza di 24 anni. La vicenda è avvenuta in un appartamento nella zona di Oregina, sulle alture cittadine. La giovane, ferita, è stata portata in ospedale, il compagno in stato confusionale, è stato sentito dai poliziotti.” Questa è  parte della notizia riportata dal Corriere.it. Intanto c’è già chi parla di Apocalisse Zombie. Se non siamo ad un passo dall’Apocalisse, siamo senza dubbio alla frutta… e comunque, io con quest’aria che tira il secondo lo passo volentieri.

 

Iceberg gigante si stacca dalla Groenlandia

Groenlandia – un iceberg  grande  due volte Manhattan si è staccato dal ghiacciaio Petermann. I ricercatori dell’Università di Delaware e il Canadian Ice Service  sostengono che questo fenomeno dipenda dal riscaldamento globale che ha come diretta conseguenza l’innalzamento delle temperature oceaniche.

Groelandia, l’iceberg “grande due volte Manhattan” che si è staccato dal ghiacciaio Petermann. Clicca QUI per vedere altre immagini

 

 

 

Spaziotempo

Salve a tutti, questo breve articolo vuole solamente cercare di far capire che forse un viaggio spazio temporale, superare la velocità della luce, insomma il mondo di star trek poi non è così lontano. Prima di tutto la mia concezione di tempo. Provate a considerare l’universo come una scatola infinita in cui c’è tutto ciò che è accaduto e che accadrà dall’istante 0 al tempo infinito. Pensatelo senza tempo. Ora immaginate che al variare di una frequenza possiate vedere universi diversi proprio come fate con la vostra radio, e che le frequenze vadano da zero a infinito; ora pensate che questa frequenza che variate sia proprio il tempo e che il suo scorrere non è altro che variare con continuità questa frequenza. Se fosse capaci di scegliere questa frequenza liberamente sareste in grado di viaggiare nel tempo. Ho scritto alcune equazioni in un forum che trovate a questo link: https://www.matematicamente.it/forum/spazio-tempo-t99421.html . Ora vi spiego cosa sono: conservazione della massa; conservazione della quantità di moto; legge di Planck (mc^2=h*nì); espressione della pressione di un sistema in agitazione termica attraverso una teoria ad urti; definizione dell’energia; conservazione dell’energia; definizione di flusso isoentropico per unità di massa; definizione del volume mobile rispetto cui valgono le equazioni di conservazione; definizione di frequenza.

Ora cercherò di farmi capire. Prima di tutto cos’è quella che io ho chiamato frequenza, è il rapporto tra due tempi; tempo 1, quello passato per me, tempo 2, quello che è passato per l’universo. Poi il volume; considerando un volume che racchiuda un certo numero di particelle, tipo un palloncino invisibile, di solito la sua variazione di volume altro non è che l’integrale sulla superficie della velocità delle particelle per la normale alla superficie per l’elemento di superficie; ora io considero in più a questo la variazione di dimensione delle particelle che sono sulla superficie, che se diversa da zero, anche nel caso che la loro velocità sia nulla determina una variazione del volume.

Il modello è semplice; cerca di studiare le particelle elementari, tipo quark, fotoni, etc. considerando che esistano delle particelle molto più piccole di queste particelle elementari che io chiamerò impropriamente quanti. Tutte le forze sono dovute alla pressione. La densità, temperatura, frequenza, pressione e dimensione caratteristica possono avere sia valori positivi che negativi. Ora io non so se queste equazioni sono giuste, ma forse, spiegano la forza di gravità con una teoria ad urti, considerando che la particella che genera il campo di gravità, ha una frequenza negativa, ovvero sta viaggiando indietro nel tempo.

La mia fantasia, così ha pensato come superare la velocità della luce o tornare indietro nel tempo.

Per superare la velocità della luce basterebbe usare alternativamente due propulsori, uno semi-classico che altro non fa che generare un fascio laser calorifero diretto verso dietro ed un altro che genera campi gravitazionali attrattivi diretto verso la nostra meta.

Tornare indietro nel tempo; basta avere un’astronave che sta viaggiando ad una velocità maggiore della velocità della luce, utilizzare il laser calorifero direzionandolo in maniera che freni il moto e lo devii verso un lato, ed infine percorrere la traiettoria a spirale che ne esce; saremo bombardati dal nostro stesso campo ed alla fine il tempo si invertirà; ciò comporta anche la variazione delle nostre dimensioni, ovvero di d che passerà dal valore 0 e poi diventerà negativo, passeremmo attraverso un punto e la nostra frequenza cambierebbe segno.

Ci sono tantissimi studi da poter fare ed io cerco qualcuno che, interessato come me a questi argomenti, sia disposto a portare avanti queste teorie.

A presto, capitan Nemo

Il giugno più caldo della storia nel 2012 apocalittico

Da un’analisi della Coldiretti su dati del National Oceanic and Atmospheric Administration (Noaa) emerge che la temperatura media globale delle terre emerse ha registrato il suo record di sempre nel giugno 2012, il più caldo della storia. La temperatura registrata è di 1.07 gradi celsius sopra la media. Il dato sposa l’evidenza dei fatti che vede la siccità colpire le grandi aree cerealicole del mondo, USA e Europa dell’est, compromettendo il mercato mondiale dei cereali con rischio di una grave crisi alimentare.

A ciò si aggiunge l’incremento degli incendi che nella sola Italia, secondo dati della Forestale, nel primo semestre dell’anno sono aumentati del 76%. Vero, siamo in estate ed è giusto e naturale che faccia caldo e non piova. Il problema è che fa troppo caldo e in molte zone, centro-sud Italia compreso, non piove da troppo tempo.

Ricordiamocene prima di imprecare al prossimo acquazzone.

 

Esplosione Solare del 12 luglio 2012

Nel video che segue  registrato dalla NASA il 12 luglio 2012 è ripresa nel dettaglio quella che viene definita una Espulsione di Massa Coronale, volgarmente detta Esplosione Solare.

Video Esplosione Solare del 12 luglio 2012

Si tratta di un’eruzione solare che scatena un energia equivalente a diverse decine di milioni di bombe atomiche scagliando nel cosmo radiazioni ultraviolette che sono andate ad impattare nell’arco di 24-36 ore contro lo strato più alto della nostra atmosfera.

In pratica nei 2-3 giorni successivi al 12 luglio 2012 il nostro pianeta è stato bersagliato da una violenta tempesta solare che ha provocato disturbi alla propagazione dei segnali radio, soprattutto nelle zone di più alta latitudine, e che ha spostato le aurore boreali più a sud del solito, come mostra la seguente immagine che ritrae lo splendido spettacolo mentre incanta uno stupito Minnesota.

Insolita e spettacolare aurora boreale in Minnesota. Clicca QUI per vedere altre immagini.

Lo spettacolare fenomeno solare si ripete ciclicamente ogni undici anni con intensità variabili e in questo apocalittico 2012 sta raggiungendo il suo picco massimo. Fatto questo preso da apocalittici e catastrofisti come  ulteriore prova dell’imminente fine del mondo.

La NASA comunque rassicura affermando che il fenomeno rientra in nella normale attività solare.

Uno “sguardo” al debito pubblico mondiale.

Sempre più spesso  si sente parlare di “debito dello Stato” o, usando un termine più tecnico e preciso, di “debito pubblico“.

Personalmente non mi è mai bastata una definizione per afferrare al meglio un concetto. In questo caso mi ritengo fortunato perchè  Franco Severo, un freelance che scrive su Focus e Focus.it, ha avuto la brillante idea di rendere visibile il denaro relativo al debito pubblico, e lo fa in un modo semplice e sorprendente.

Scopro così che i mitici 100 milioni di dollari altro non sono che un “bancale” di banconote da 100, e che il debito pubblico mondiale equivale a “una citta intera realizzata con grattacieli di denaro. Ogni torre ha un’altezza di 100 piani e ogni piano vale 10 milioni di dollari“.

(clicca QUI per vedere il “debito mondiale per immagini”)

A quanto ammonta il valore di una città così costruita? Presto detto:

7.600.000.000.000 $

ossia:

7.600 miliardi di dollari!

 

E’ davvero necessario un esperto o  un profeta per capire che siamo nella mer….?

Siccità negli USA, rischio crisi alimentare globale

Mentre piogge torrenziali hanno flagellato  Russia, Kazakistan e Ucraina provocando alluvioni e compromettendo l’agricoltura del granaio d’Europa, dall’altra parte dell’Atlantico la siccità sta mettendo a dura prova l’altro grande granaio mondiale, quello degli USA. Nei media la relazione riscaldamento globale  e calamità quali siccità e alluvioni appare scontata (il che non è sinonimo di veritiera), ma nonostante ciò l’attenzione della “politica” è tutta rivolta verso l’economia e si ostina a rimandare interventi strutturali decisi a porre rimedio al problema .

Gli aiuti del governo statunitense agli agricoltori del Midwest, colpiti duramente dalla siccità, sembrerebbero tutti rivolti ad evitare l’escalation del prezzo dei cereali che potrebbe sfociare in una grave “crisi alimentare” come accadde nel 2008. Allo stato attuale i dati economici relativi al mercato dei cereali, tra offerta che diminuisce e domanda che tende a salire esponenzialmente, sono davvero preoccupanti.

Zombie Walk a San Diego

Il binomio zombie e apocalisse sembra andare sempre più di moda, soprattutto da quando è rimbalzato nel web lo slogan della CDC (agenzia federale americana per il controllo delle malattie) che recitava: Se siete equipaggiati per far fronte a un attacco in massa di zombie, dovete essere pronti per affrontare un uragano, un’epidemia, un terremoto o un attacco terrorista.

Si sarà certamente spaventato qualche  residente di San Diego quando ha trovato le strade letteralmente invase da orde di zombie sanguinolenti.

”Zombie Walk: San Diego” durante il  Comic-Con International del 13 luglio 2012  through Sunday. AFP PHOTO/JOE KLAMAR

 

 

 

 

 

 

Apocalittici, il blog aperto sull’Apocalisse

BENVENUTO/A SU APOCALITTICI

* TERREMOTO  EMILIA     SMS  SOLIDALE     45500 *

 

Apocalittici

Apocalittici

 

ISCRIVITI AL BLOG                                                                                       ACCEDI

Apocalittici.it, il blog aperto sull’Apocalisse…con vista sull’universo.

Interessante e spettacolare la Finestra sull’Universo che Mario di Martino, astronomo presso l’Osservatorio astronomico di Torino e personaggio di spicco nella comunità degli astronomi italiani,  propone su Focus.

Apocalittici.it, il blog aperto sull’Apocalisse…con vista sull’universo. Clicca QUI per affacciarti.

 

Doomsday Clock

"orologio giorno del giudizio"

doomsday clock

Avrete sicuramente sentito parlare piu’ volte del ‘Doomsday Clock‘ e come me vi sarete chiesti di cosa si trattasse. Orbene il ‘Doomsday Clock‘ e’ l’orologio che calcola in base ad una serie di parametri tra cui il nucleare e i cambiamenti climatici e le nuove tecnologie, quanto vicini siamo alla distruzione catastrofica del nostro pianeta, e per giunta è stato spostato dagli esperti del Bulletin of the Atomic Scientists un minuto in avanti. In passato ci sono state gia’ modifiche di “verso l’ora Zero” e sempre in coincidenza di innalzamenti della tensione collettiva riguardo eventi di notevole importanza. Ad esempio nel 1953 quando e’ stata sviluppata la bomba ad idrogeno (la bomba H) l’orologio e’ stato anticipato di 2 minuti in avanti verso l’ora Zero. Nel 1991 invece quando la guerra fredda tra USA e la defunta USSR terminò l’orologio e’ stato portato indietro di ben 17 minuti.

L’ultima modifica e’ stata ponderata in coincidenza dell’evento dell’esplosione della centrale nucleare di Fukushima, in Giappone, che ha aumentato notevolmente la tensione collettiva riguardante la sicurezza di questo tipo di centrali elettriche.  Fukushima tra l’altro veniva considerata come una delle centrali più sicure al mondo e questo non fa altro che aumentare la paura dei cittadini verso la situazione mondiale (non solo nazionale) nelle strutture nucleari esistenti.

David bosco asserisce che “nel tempo delle paure nessuno presta attenzione al Doomsday Clock“. Ha ragione! Speriamo che la voce di questo blog riesca a smuovere qualche coscienza e suggerire un modello di vita migliore lontano dal nucleare e dalla fame di tecnologia per portare qualche minuto indietro il Doomsday Clock.

 

 

Natale apocalittico in Spagna…, senza la tredicesima.

I dipendenti pubblici spagnoli si preparano al Natale apocalittico del 2012 con le tasche tristemente vuote. Che il “verde” insieme al “blu” vada progressivamente sostituendo il tradizionale “rosso” come colore natalizio è un fatto di moda noto a tutti. Purtroppo una cosa è un Natale verde, un’altra è un Natale al verde. La notizia fresca di stampa in questa calda mattinata dell’11 luglio 2012 è l’annuncio del premier spagnolo Mariano Rajoy della soppressione della tredicesima per i dipendenti pubblici cui verranno anche ridotte ferie e permessi sindacali. Alla tranciante riduzione salariale sarà aggiunto l’aumento dell’IVA dal 18 al 21%. Non posso fare a meno di chiedermi e di chiedere: se si riducono gli stipendi, ossia il potere d’acquisto, della popolazione e si aumentano i prezzi dei beni e dei servizi prodotti  il mercato come cavolo fa a funzionare?

 

 

Le dieci domande irrisolte della scienza

1 – Siamo soli nell’universo? (54%): secondo gli scienziati, l’universo potrebbe contenere molti sistemi planetari dove forme di vita intelligente possono evolversi, ma non abbiamo ancora sviluppato i mezzi tecnologici che ci permettano di coprire milioni di anni luce per metterci in contatto con loro

2 – Verrà mai trovata una cura per il cancro? (46%): le statistiche di sopravvivenza a diverse forme di tumore sono in continuo miglioramento, con nuovi trattamenti all’orizzonte e anche se è improbabile che ci sarà una cura miracolosa in un prossimo futuro, i pazienti sono comunque destinati a vivere più a lungo.

3 – Dio esiste? (39%): non c’è alcuna conferma empirica e scientifica dell’esistenza di Dio.

4 – Quanto è grande lo spazio? (33%): alcuni astronomi sono convinti che non abbia limiti, altri che dal Big Bang si sia espanso con un diametro di circa 150 miliardi di anni luce.

5 – Come e quando è iniziata la vita sulla Terra? (30%): ci sono state diverse teorie, dai batteri che sono entrati in rapporto simbiotico alle correnti convettive che sono passate attraverso la crosta terrestre.

6 – E’ possibile viaggiare nel tempo? (29%): teoricamente, sarebbe possibile grazie ai cunicoli spazio-temporali, ma questi sono instabili e tenerne uno aperto richiederebbe la gravità repulsiva, la cui esistenza dev’essere ancora confermata.

7 – Colonizzeremo mai lo spazio? (27%): forse. Alcuni sostengono che dovremmo prendere in seria considerazione l’idea di creare delle colonie in un’altra parte del sistema solare, nel caso in cui la Terra diventasse inospitale.

8 – Con cosa sarà possibile sostituire il petrolio e quando? (27%): fonti di energia alternativa sono già disponibili, ma occorre economizzare i costi se si vuole rimpiazzare il petrolio. Sono stati fatti comunque dei progressi nelle nanotecnologie che possono rappresentare una valida risposta.

9 – Quando finirà il mondo? (24%): le teorie dicono che l’universo smetterà di espandersi e che collasserà; che si raffredderà fino allo zero assoluto e che la “dark energy” finirà per vincere la forza di gravità.

10 – Di quanto si potrà allungare l’aspettativa di vita umana? (20%): gli esperimenti sulle cavie hanno convinto alcuni scienziati che l’uomo possa presto vivere oltre i cent’anni.

 

(clicca qui per leggere l’articolo completo)

 

7 luglio 2012, l’Apocalisse del Web

Lunedì 7 luglio 2012 è la data dell’Apocalisse di Internet.

Il rischio di black-out di centinaia di migliaia di computer in tutto il mondo è reale.  DnsChanger è il nome del virus apocalittico che metterà in serissimo rischio il vostro pc, tablet o smarthphone indifferentemente dal modello e sistema operativo.

Clicca qui per info dettagliate sul virus.

Clicca qui per controllare se il tuo pc, smartphone o tablet è stato infettato

 

Bunker con sala della fertilità per sopravvivere al 21 dicembre 2012 e superare l’Apocalisse

La Pink Visual, casa di produzione di film per adulti, ha ideato la costruzione di un Sexy Bunker, ma c’è chi preferisce la definizione di Porn Bunker, dove un manipolo di sexy-preppers potrà sperare di sopravvivere all’Apocalisse del 21 dicembre 2012 I prescelti sono costituiti dallo staff della casa produttrice e dalle loro famiglie cui si aggiungeranno “performers, business partners, e fans“. Nel bunker la P.V. continuerà a produrre i suoi video per adulti senza farsi mancare proprio niente in termini di lusso e comodità, nemmeno una confortevole “sala della fertilità” dove assicurare la riproduzione della specie. Purtroppo per la focosa comunità nel caso in cui sopravvia al fatidico 21.12.2012 resta sempre il pericolo di fare la fine di Sodoma e Gomorra.

 

 

21 dicembre 2012, Inversione dei poli magnetici e Apocalisse secondo la numerologia.

Si fanno sempre più insistenti le voci che danno per certa l’Inversione dei poli magnetici il 21 dicembre 2012.

Vi risparmio disquisizioni e posizioni più o meno scientifiche sull’argomento, anche perchè mi limiterei a riportarvi le varie posizioni, almeno quelle più argomentate e credibili, di cui la rete abbonda e, con l’avvicinarsi della fatidica data, abbonderà anche Apocalittici.it

Le mie analisi numerologiche pubblicate su questo blog hanno svelato alcuni degli arcani dell’allineamento Sole Venere Terra e del prossimo attesissimo 21 dicembre 2012. Quest’ultima data resta tuttavia densa di enigmi, misteri, significati e, soprattutto, attese. La questione dell’Inversione dei Poli risulta fra le predominanti quando si parla del 21 dicembre 2012. Proviamo ad analizzarla.

Si parte dalla sequenza numerica rappresentata dalla data:

21.12.2012

Le parole chiave del nostro argomento sono “inversione” e “poli“. La prima da un indirizzo esplicito: invertire. E’ quello che faremo con la nostra combinazione ottenendo:

21022112

A questo punto, come abbiamo fatto nelle precedenti analisi, bisogna eliminare lo zero dalla sequenza:

2122112

E’ da qui che entra in gioco la sensibilità del numerologo che deve trovare l’ordine nel disordine, vedere dove altri non vedono, capire laddove l’intelletto si ferma.

L’altra parole chiave è “poli“, ossia il plurale di “polo” (definizione). Il polo è definito come “punto di un corpo in cui si concentrano caratteristiche opposte rispetto a un altro”, il che offre un’ulteriore preziosissima chiave di lettura per decifrare la nostra sequenza.

Leggendo da sinistra verso destra abbiamo: 21    22     11      2

  • 2, rappresenta chiaramente i poli che, da definizione, in un corpo sono sempre 2. Inoltre è noto a tutti che i poli terrestri sono 2 e nel corso delle ere si sono invertiti più volte. Non è chiaro se queste inversioni abbiano avuto o meno effetti catastrofici per il pianeta, esistono teorie contrastanti in proposito, ma è indubbio che ad ogni inversione la Terra è rimasta sempre la Terra, il suo “significato” non è mai cambiato. Quest’ultima considerazione banale solo all’apparenza ci porta al punto successivo;
  • 11 e 22, numeri palindromi  che possono essere letti in entrambi i versi senza mutar significato ed entrambi composti dal numero 1 e dal numero 2, ossia i numeri opposti per eccellenza (il singolo e il doppio, il pari e il dispari, il maschio e la femmina…), eppure uniti dalla peculiarità più speciale che i numeri possono condividere: entrambi sono numeri primi. Tutte caratteristiche che ben sposano la nostra definizione di polo e il nostro oggetto di analisi: l’Inversione dei Poli.
  • 21, oltre a ritrovare all’inizio della sequenza numerica (risultante dall’inversione di 21.12.2012)  il numero che rappresenta il giorno, sappiamo che questo numero è il risultato del prodotto 7 x3. (Proprio in questo momento sono colto da un’intuizione su questa cobinazione , ma la proporrò in un prossimo articolo una volta approfondita attentanmente). Il 7, numero primo densissimo di significati, è il risultato della somma 4+3. Il numero 21 si scompone, quindi, nella seguente serie: (4+3)x3. Sappiamo che così come lo zero anche il 3, numero perfetto per definizione, non si presta ad interpretazione. Il numero celato dal 21 nella nostra analisi risulta chiaramente essere il 4.

Sistemando i dati risultanti dall’analisi abbiamo che la nostra sequenza diventa:

4             22              11                2

dove abbiamo:

  • 2, il numero dei poli.
  • 11 e 22, rappresentano i poli.
  • 4, il numero che rappresenta il nostro pianeta (4 sono gli elementi: aria, acqua, terra, fuoco; 4 sono i punti cardinali: est, ovest, nord, sud), ma rappresenta anche inesorabilmente la Morte.

Ecco la cazz….emh…la risposta a tutti coloro che si chiedono se il 21 dicembre 2012 ci sarà o meno l’Inversione dei Poli e quali saranno le sue conseguenze:

il 21 dicembre 2012 ci sarà l’Inversione dei Poli e avrà come conseguenze morte e distruzione, e ve ne darò ulteriore prova a breve con un’altra inconfutabile cazz….emh…analisi numerologica.

 

Catturata la particella di Dio, il bosone di Higgs

GINEVRA – Finalmente dopo quasi cinquant’anni, il bosone di Higgs è stato il Sacro Graal del mondo scientifico. Ed oggi sembra che la ricerca sia finalmente conclusa: la particella sarebbe stata catturata, anche grazie agli oltre 600 scienziati italiani presenti al CERN di Ginevra. L’anuncio ufficiale dovrebbe arrivare domani, ma nessuno ha smentito le indiscrezioni.
Niente a che fare con l’apocalisse al momento ma gli sviluppi che la scoperta potrebbe avere sono molteplici e forse iperscrutabili.
Per catturare “la particella di Dio” venne costruito il Large Hadron Collider, cioè il superacceleratore capace di far scontrare fra loro miliardi di protoni con una forte energia: tutto per riprodurre le condizioni dell’universo una frazione di secondo dopo la sua nascita.

Nel 1964 Higgs aveva teorizzato l’esistenza di una particella sconosciuta che spiegasse come mai tutte le cose nell’universo abbiano una massa, e ora, dopo 48 anni di tentativi, è stata catturata. Il bosone di Higgs era l’ultima particella elementare prevista dal Modello standard della teoria quantistica dei campi non ancora osservata da un esperimento.

“I dati confermano la soglia dei 5 sigma, vale a dire una probabilità di scoperta pari al 99,99994 per cento» spiega il teorico del Cern Gian Francesco Giudice- Anzi, si sono intravisti effetti che farebbero pensare all’esistenza di altre particelle, dunque un ampliamento del disegno teorico fin qui immaginato. Per questo bisognerà indagare ulteriormente”.